Soccorso Alpino in Alto Adige, foto di repertorio (Ansa)
Soccorso Alpino in Alto Adige, foto di repertorio (Ansa)

Bolzano, 19 gennaio 2019 - Due persone sono morte sulle montagne in Alto Adige. Il primo incidente si è verificato sul Monte Spico in Valle Aurina dove una slavina ha ucciso uno scialpinista di 21 anni. Un secondo alpinista è stato travolto da una valanga in Vallunga, nei pressi di Selva Gardena, mentre tornava da una cascata di ghiaccio. Il cadavere è stato recuperato dal Soccorso Alpino.

L'incidente sul monte Spicco, in Valle Aurina, si è verificato durante un fuoripista a 2.400 metri di quota, poco distante dalla pista Sonnklar, nel comprensorio Speikboden. La vittima, uno scialpinista originario della vicina Valpusteria, era in compagnia di un gruppo di amici quando la slavina si è staccata e ha travolto sei sciatori. Cinque escursionisti sono stati estratti vivi, il sesto è stato subito individuato e soccorso, ma i tentativi di rianimazione praticati dal medico sul posto sono stati vani.

In Vallunga, una laterale della Val Gardena, uno scalatore è stato invece investito dalla massa di neve mentre stava scalando una cascata di ghiaccio. L'uomo è stato trascinato dalla valanga per centinaia di metri ed è morto sul colpo. L'incidente si è verificato poco lontano dal centro di addestramento alpini dei Carabinieri. Sul posto equipaggi del Soccorso alpino e un elicottero.