In arrivo in Italia 1 milione di dosi del vaccino Pfizer
In arrivo in Italia 1 milione di dosi del vaccino Pfizer

Roma, 22 marzo 2021 - Entro martedì 23 marzo arriveranno in Italia 1 milione di dosi del vaccino Pfizer-Biontech. Lo ha annunciato il commissario all'emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, nel corso della riunione di questo pomeriggio con il presidente del Consiglio Mario Draghi e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. I temi al centro del vertice sono stati l'approvvigionamento dei vaccini e l'andamento della campagna vaccinale in Italia. Draghi ha poi incontrato la ministra per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini, con la quale è stato fatto un punto preliminare sulle soluzioni che concorreranno a rafforzare la collaborazione e il coordinamento con le Regioni impegnate a dare tempestiva attuazione al nuovo piano vaccinale.

Vitamina D e Covid, l'Iss: "Con livello basso rischio aggravamento"

Sputnik V, Putin attacca l'Unione Europea

L'annuncio di Figliuolo

Il generale Figliuolo ha comunicato che "entro domani circa un milione di dosi del siero Pfizer verranno distribuite alle Regioni, interessando 214 strutture sanitarie". "Si tratta del lotto più importante tra quelli consegnati finora nel mese di marzo - si legge nel comunicato diffuso - e consentirà di dare impulso alla campagna vaccinale nazionale, secondo il piano elaborato dalla struttura commissariale e in accordo con le linee guida del Ministero della Salute".

Covid: i dati del bollettino del 23 marzo

Vaccino Pfizer: i numeri

Il vaccino Pfizer viene somministrato prioritariamente alla persone anziane e a quelle più vulnerabili al Covid-19. Finora sono oltre 2,8 milioni le persone fragili vaccinate a livello nazionale, con una tendenza in salita grazie alle ultime consegne. Alla fine del primo trimestre - secondo le previsioni relative agli approvvigionamenti in corso - saranno oltre 14 milioni i vaccini distribuiti alle Regioni. In particolare, il totale di marzo sarà di circa 7,5 milioni di dosi, mentre i parziali cumulati di gennaio e febbraio sono stati pari a 6,5 milioni.

"I farmacisti non possono vaccinare da soli". Altolà dei medici: dobbiamo esserci noi

Vaccinati in Italia: i numeri

Sono 7.894.659 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Italia, l'82,4% del totale di quelle consegnate: 9.577.500 (nel dettaglio 6.610.500 Pfizer-BioNTech, 493.000 Moderna e 2.474.000 Astrazeneca). La somministrazione ha riguardato 4.766.138 donne e 3.128.521 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 2.511.145. E' quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi. Nel dettaglio le dosi sono state somministrate a 2.865.863 operatori sanitari, 1.307.167 unità di personale non sanitario, 513.326 ospiti di strutture residenziali, 2.277.663 over 80, 200.236 unità delle forze armate e 730.404 unita' di personale scolastico.