Open day: giovani in fila per il vaccino a Napoli (Ansa)
Open day: giovani in fila per il vaccino a Napoli (Ansa)

Roma, 3 giugno 2021 - Sognano le vacanze senza limitazioni da Covid e la fine del coprifuoco, immaginano da mesi la libertà, persino le feste in discoteca. Era prevedibile che i giovani avrebbero aderito in massa alla possibilità del vaccino: si sono messi disciplinatamente in fila per far posto ai nonni e ai cosiddetti fragili, e poi ai genitori e ai fratelli maggiori, e ora tocca a loro (Ecco qui come fare, regione per regione). In Emilia Romagna l'open day si è trasformato in ressa, con 8mila accalcati per ricevere l'agognata dose ("Non succederà più", assicura l'assessore Donini). E gli altri open day in programma sono già andati tutti esauriti. E nelle altre regioni? Vediamo.

Come spostare la seconda dose del vaccino: numeri da chiamare e app da usare

Zona bianca: oggi ok a Veneto, Umbria, Liguria e Abruzzo

La guida: come prenotare dal 3 giugno

La situazione nelle regioni

Corsa al vaccino in Piemonte, dove sono circa 118.000 i giovani tra i 16 ed i 29 anni che oggi hanno sfruttato il primo giorno loro dedicato per inserire la pre-adesione al vaccino anti-Covid19 sul sito web www.ilPiemontetivaccina.it.  Su una popolazione complessiva di 561.000 giovani in questa fascia d'età, le adesioni attualmente sono in tutto quasi 200.000, perché a coloro che hanno aderito oggi si sommano i circa 80.000 che lo hanno già fatto nelle scorse settimane in quanto soggetti fragili o estremamente vulnerabili (60.000 dei quali già vaccinati).

Figliuolo: "Flessibilità sulle date dei richiami"

Boom di richieste anche in Sicilia, con prenotazioni alla Fiera di Palermo per le vaccinazioni contro il Covid agli over 16. Tra il 3 e il 19 giugno, sono già oltre diecimila i prenotati. Gli appuntamenti sono stati presi nel giro di poche ore, tra la serata del 2 giugno e la mattina del 3. Le prenotazioni sono state scaglionate a blocchi di alcune centinaia al giorno per distribuire meglio gli afflussi. Il commissario Covid di Palermo Renato Costa spiega: "E' esattamente la risposta che ci aspettavamo: abbiamo notato che più si scende con l'età, meno remore si hanno nei confronti del vaccino. Già i ragazzi maturandi ci avevano mostrato di aver compreso a pieno che le diffidenze sono ingiustificate. L'imperativo è rinascere, riprendersi la propria vita e i giovani, in particolare, non vedono l'ora di farlo".  

Covid, si sgretola un’altra certezza: "No alla terza dose in autunno"

Dal canto suo la Campania punta a una forte accelerata sulla vaccinazione dei più giovani, ma sulle altre fasce d'età restano ancora percentuali importanti di persone che non sono state ancora immunizzate, per scelta, per mancanza di dosi o per la difficoltà di raggiungerle. Si punta a chiudere oggi per i maturandi, mentre tra i più giovani si sono registrate oltre 120 mila adesioni, con un ritmo di 1.200 contatti al minuto sulla piattaforma regionale. Sotto i 18 anni, il personale medico sta somministrando Pfizer (che sta arrivando con oltre 300mila dosi a fornitura), sopra si utilizza il Johnson&Johnson, che essendo monodose consentirà l'immunizzazione di tutta la fascia dei maturandi in tempo per gli esami di Stato. 

Da oggi vaccini a tutti, rischio caos. Le Regioni vanno in ordine sparso

In Liguria il presidente Toti ha annunciato che "dalle 23 di lunedì 7 giugno partirà la prenotazione del vaccino per la fascia di età 12-18 anni con il portale dedicato e, dal giorno dopo, anche attraverso gli altri canali. L'ultima data della seconda dose sarà entro il 31 agosto". Il vaccino sarà Pfizer. "Come è già accaduto durante gli open day per gli over18, presi d'assalto dai nostri ragazzi - aggiunge Toti - siamo sicuri che anche in questo caso i giovani e giovanissimi daranno un segnale forte e inequivocabile della loro voglia di tornare il prima possibile alla normalità". 
In Friuli Venezia Giulia il governatore Massimiliano Fedriga esulta per la propensione dei giovani a vaccinarsi: "È un segnale molto confortante e che ci consente di essere ottimisti sul raggiungimento degli obiettivi della campagna vaccinale", dice commentando il dato parziale relativo alle prenotazioni del vaccino per la fascia 16-39 anni, aperte nella giornata odierna. Alle 12 sono state registrate 29.831 prenotazioni per la fascia d'età più bassa, inclusiva anche dei minorenni fino ai 16 anni, che finora avevano avuto accesso al vaccino solo nei casi di patologie gravi o disabilità.

Vacanze 2021: green pass e tamponi. Ecco cosa serve per gli spostamenti

In Lazio Nicola Zingaretti spiega: "Non ho mai avuto dubbi, ero sicuro che ci sarebbe arrivata la massa di ragazzi che si sarebbero voluti vaccinare, perché psicologicamente sono quelli che hanno pagato di più lo stare a casa e saranno coloro che pagheranno di più i debiti che stiamo facendo". Nel concreto: "Noi stiamo seguendo le linee del governo ma abbiamo riproposto le fasce d'età per un problema organizzativo e tecnico, perché altrimenti ci sarebbero, sui sistemi, flussi di milioni di prenotazioni. Così, ogni 48 ore, allarghiamo la fascia, facciamo un po' d'ordine".
Grande successo in Lombardia per l'apertura delle prenotazioni al vaccino anti Covid-19 per la fascia d'età tra i 12 e i 29 anni: dopo nemmeno 24 ore si avviano verso quota 500mila adesioni. Sono 473.237, su una platea di 1,75 milioni di persone, infatti, i giovani lombardi alle 18 di oggi hanno prenotato la vaccinazione sul portale di Poste Italiane e Regione Lombardia. 

Covid, il bollettino del 3 giugno

Il report online

Sono 36.195.574 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Italia, il 90,2% del totale di quelle consegnate, che sono finora 40.122.659. Nel dettaglio, 27.733.972 Pfizer-BioNTech, 3.735.557 Moderna, 7.426.880 Vaxzevria (AstraZeneca) e 1.226.250 Janssen (J&J). E' quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 21:07 di stasera Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 12.508.107, il 23,06% della popolazione over 12