Roma, 1 gennaio 2021 - Via alle prenotazioni per il vaccino anti Covid degli Over 80 in Lazio.  Ed è subito boom. Dopo la falsa partenza di questa mattina e il rinvio del semaforo verde alle 12, il sito SaluteLazio.it ha fatto scattare la corsa alla prenotazione online con circa 15 minuti di anticipo. Nei primi 7 minuti, riferisce la regione, sono state portate a termine 2.200 prenotazioni. Un record. Ma già poco dopo le 12 si segnalano i primi problemi al sito: in alcuni casi risulta difficilmente raggiungibile, in altri addirittura non funziona. la situazione resta complessa per ore, quindi migliora e nel tardo pomeriggio la pagina online torna accessibile. Nel frattempo, si sono inevitabilmente create delle code virtuali. 

Come funziona

La Regione ricorda che "non si tratta di un Click-Day", dal momento che le prenotazioni si potranno effettuare "per l'intero trimestre". E aggiunge che  obiettivo "è quello di dare ad ogni cittadino over 80 la propria prenotazione della prima e della seconda dose".

SaluteLazio.it ribadisce inoltre che "è operativo il numero telefonico 06.164.161.841 che è stato potenziato con oltre 200 linee in contemporanea e rispondono circa 300 operatori". Le prenotazioni telefoniche, a pochi minuti dal via erano già 1.600 (sulle 2.200 pervenute).  Difficoltà pure nel contattare il numero verde: all'ora di pranzo risponde una voce registrata che parla di "elevato traffico" per cui occorre riprovare. Anche in questo caso, la situazione migliora col passare delle ore. 

Il ritardo

Molti utenti erano convinti che il via libera alle prenotazioni sarebbe scattato nella mezzanotte tra domenica e lunedì. In un primo momento la schermata di presentazione sul sito non indicava l'orario di avvio delle prenotazioni, diceva "Il sistema sarà attivo da lunedì 1 febbraio". Motivo per cui in tanti si sono catapultati su SaluteLazio.it già questa notte. Poi, qualche minuito dopo le 9, anche sulla pagni SaluteLazio.it è stato comunicato che il sistema sarebbe "stato attivo da lunedì 1 febbraio - ore 12:00". Dalla Regione filtrava che erano sopraggiunti "problemi tecnici" che avevano causato il ritardo. Immediate, in Rete, sono partite le proteste di chi si attendeva l'ok già da diverse ore. 

Pfizer: 75 milioni di dosi extra alla Ue