Roberto Burioni
Roberto Burioni

Roma, 11 marzo 2021 - Roberto Burioni su Twitter interviene sul caso dei lotti del vaccino anti Covid AstraZeneca. In Italia l'Aifa ha deciso di sospendere e vietare l'utilizzo del lotto ABV2856, di cui faceva parte una dose di siero che ha portato alla morte del militare Stefano Paternò. Con riferimento all'altro lotto ABV5300, finito sotto esame per un decesso registrato in Austria, un caso di embolia polmonare e due segnalazioni di eventi tromboembolitici, il professore dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano ha attaccato AstraZeneca: "Giungono notizie allarmanti riguardo al vaccino AstraZeneca (un solo lotto?) di cui non posso dirvi niente. Spero che AstraZeneca, che ha 76mila dipendenti e 3miliardi di utili annui, possa degnarsi di destinare alcune delle sue risorse a spiegare quello che è accaduto".

Postando le rassicurazioni diffuse dalla compagnia, Burioni aggiunge "ecco la dichiarazione di AstraZeneca sulla sospensione del vaccino. Come potete vedere è esaustiva, completa, convincente e tranquillizzante (sono sarcastico). Non seguite il mio profilo per avere novità, perché su questo argomento non dirò niente. Spetta a loro parlare".

Covid oggi: i dati del bollettino del 12 marzo

"In questo momento dovrebbero essere già online tutte le analisi di sicurezza del batch ABV5300 del vaccino AstraZeneca, tutti i luoghi dove è stato distribuito, i dati crudi che hanno portato alla approvazione del batch stesso - scrive ancora Burioni -. Invece niente, solo silenzio. E noi glielo consentiamo".  In un ultimo post sull'argomento, il virologo sottolinea che è "appena uscita una comunicazione tranquillizzante di Ema", l'Agenzia europea del farmaco, "sulla questione vaccino AstraZeneca, nel silenzio vergognoso della casa farmaceutica che non è accettabile. Sono loro che dovrebbero dirci anche le virgole di cosa è successo".