Roma, 8 giugno 2021 - Nella guerra alla pandemia di Coronavirus a colpi di vaccini, l'Italia ha ingranato la marcia giusta: tra vaccinazioni per fasce d'età e open day il nostro Paese - guidato dal commissario Figliuolo - sta procedendo bene, raggiungendo il record delle 600mila  inoculazioni al giorno. E nella corsa ai vaccini, le regioni fanno a gara puntando soprattutto sui ventenni, che non vedono l'ora di immunizzarsi come passaporto per la libertà. E mentre in Sicilia da domani scatta la prenotazione per i 12-15enni, vediamo quali sono le regioni che pensano di più ai giovani, spulciando i dari del report del Governo.

Astrazeneca ai giovani: Cts oggi decide. Quali regioni hanno già bloccato il vaccino

Astrazeneca e J&J ai giovani, il Cts verso lo stop

Open day vaccini, i dubbi degli esperti

Vaccino Astrazeneca e Johnson: fino a che età si può fare? Le scelte delle regioni

Vaccini Italia: largo ai giovani (Ansa)

Dove si vaccinano di più i giovani

La Campania, il Friuli Venezia Giulia e l'Umbria sono le regioni che hanno somministrato il maggior numero di vaccini in Italia ai giovani tra i 20 e i 29 anni, coprendo con almeno una dose rispettivamente il 26,48%, 22,27% e 22,15% di questa fascia di popolazione. In questa graduatoria a farla da padrone è la provincia di Bolzano, che ha raggiunto già il 31,36% (Trento invece è ferma al 14,26%), mentre la Lombardia è al 20,53%, la Sicilia al 20,98% e la Basilicata al 21,37%. Poco sopra il 20% anche la Calabria (20,98%).

Continuando a spulciare tra i dati, si scopre che l'Emilia Romagna è piuttosto indietro, col 16.55% dei giovani vaccinati con la prima dose, sempre meglio della Puglia, col 14,68%, del Piemonte, col 15,93% e della Sardegna, al 15,95%. Maluccio anche il Lazio, col 16,74%. Sotto il 20% anche le Marche (19,04%), la Toscana (17,26%) la Liguria (18,47%),  l'Abruzzo (19,41%) la Valle d'Aosta (17,95%). Bassissima la quota giovani del Veneto: solo il 13.25% dei ventenni ha avuto almeno una dose.

Moderna a 12-17enni? Ema decide a luglio

Intanto, sempre parlando di giovani, l'Ema ha iniziato a valutare la richiesta presentata dall'americana Moderna, di estendere l'uso del suo vaccino anti-Covid a mRna agli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni. Sarà una valutazione accelerata, al termine della quale l'agenzia comunicherà l'esito della sua valutazione, "prevista per luglio - si legge in una nota - a meno che non siano necessarie informazioni supplementari".

Sicilia, via ai teenager

Da domani alle 10 in Sicilia via libera alle prenotazioni del vaccino anti-Covid per la fascia d'età tra 12 e 15 anni. Sono circa 163 mila ragazzi. Il direttore generale dell'assessorato salute Mario la Rocca conferma che la regione ha dato il via al nuovo target con un giorno di anticipo rispetto alle previsioni. Da domani ci si potrà prenotare collegandosi alla piattaforma di Poste italiane, tramite numero verde e la rete dei portalettere e degli Atm di Poste. La piattaforma è prenotazioni.vaccinicovid.gov.it, il call center numero verde 800.009.966 attivo da lunedì alla domenica dalle ore 8 alle 20, via SMS al numero 339.9903947, attraverso i 687 sportelli ATM Postamat o tramite i 2.200 portalettere in servizio per il recapito sull'Isola. Per la prenotazione è sufficiente tenere a portata di mano la tessera sanitaria e un numero di cellulare.

Lombardia: primi nell'immunità di comunità

"La Lombardia corre - rivendica la presidente Letizia Moratti - penso che saremo la prima Regione a raggiungere l'immunità di comunità. Il rigore e la prudenza che ci sono stati finora hanno pagato e ci hanno fatto avere numeri così buoni che la prossima settimana ci permetteranno di andare in zona bianca - ha aggiunto - Credo che ci voglia sempre prudenza e responsabilità collettiva, ora si tratta di avere responsabilità individuale ma sono certa che sicuramente tutti saranno prudenti".