Vaccinazioni (Ansa)
Vaccinazioni (Ansa)

Roma, 19 aprile 2021 - Le vaccinazioni anti Covid dei minorenni potrebbero iniziare da ottobre, lo ha affermato Sergio Abrignani, componente del Cts. Per quanto riguarda invece gli over 60, l'obiettivo, annunciato sempre da, è quello di vaccinarli tutti con almeno una dose entro il mese di maggio. Intanto la campagna vaccinale prosegue con 15.243.980 le dosi finora somministrate in Italia, l'88% del totale di quelle consegnate, pari a 17.323.080 (11.845.080 Pfizer/BioNTech, 1.320.400 Moderna e 4.157.600 AstraZeneca). Solo a Palermo, nei tre giorni dell'Open weekend, voluto dalla regione Siciliana per agevolare la vaccinazione della fascia 60-79 anni, sono state 3.039 le iniezioni di AstraZeneca nei 14 Centri dell'Asp. Sul piano forniture ieri il Commissario europeo al mercato interno Thierry Breton ha dichiarato che "nei prossimi tre mesi arriveranno in Italia 54 milioni di dosi di vaccino per l'Italia, non solo Pfizer ma tutti quelli previsti dal piano vaccinale". E oggi la Pfizer-BioNTech ha reso noto che consegnerà all'Unione europea 100 milioni dosi extra nel 2021, come conseguenza della decisione della Commissione europea di esercitare la sua opzione di acquisto per tale quantità nell'ambito del nuovo contratto firmato a febbraio. 

Coronavirus Italia: tutti i dati del bollettino del 19 aprile

image

Ottobre vaccinazione minorenni

Sergio Abrignani, immunologo della Statale di Milano e componente del Cts, al programma 'Che giorno è' su Rai Radio1 ha spiegato che entro l'estate è atteso l'ok per vaccinare i minorenni. "Entro giugno dovrebbero arrivare i risultati dei primi studi clinici sui vaccini ai minorenni, fascia d'età che inizialmente era stata esclusa dalla somministrazione e ci aspettiamo che ci sarà il via libera da parte delle agenzie regolatorie così come è stato per gli adulti. In questo caso da ottobre-novembre potremmo cominciare con le somministrazioni anche ai bambini ed ai ragazzi".

A maggio prima dose a tutti over 60

Almeno la prima dose di vaccino a tutti gli over 60 entro la fine di maggio. L'obiettivo è stato posto Sergio Abrignani: "In Italia abbiamo 20 milioni di over 60, fascia nella quale si concentra il 95% delle vittime del Covid. Considerando - spiega l'immunologo componente del Cts - che un 10% non si vaccinerà, a 18 milioni va somministrata almeno una dose. 5 l'hanno già ricevuta, ne restano 13 e anche con il ritmo attuale finiremo prima della fine di maggio".

Pfizer: 100 milioni di dosi extra

La Pfizer-BioNTech fornirà altre 100 milioni di dose del vaccino anti-Covid all'Unione europea nel 2021, si legge in un comunicato dell'azienda farmaceutica. Il numero totale di dosi Pifizer da consegnare all'Ue quest'anno arriva a 600 milioni: infatti la Ue ha esercitato un'opzione in accordo con le due società. Il numero totale di dosi Pfizer/BioNTech da consegnare all'Ue sale aa 600 milioni nel 2021.