Roma, 11 maggio 2021 - La campagna vaccinale anti Covid (qui la dashboard in tempo reale) procede in Italia (anche se c'è chi sottolinea che il target di 500mila dosi è stato centrato solo 4 volte) e interessa sempre di più i cittadini, soprattutto  in vista dell'estate, con le ferie programmate e il rebus dei vaccini prima dose e dei richiami. Per fare il punto si è tenuto nel pomeriggio l'incontro tra Governo e Regioni sulla campagna vaccinale. Per l'Esecutivo erano presenti i ministri della Salute, Roberto Speranza, e degli Affari regionali, Mariastella Gelmini. Hanno partecipato anche il commissario all'emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, e il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. Intanto, in merito alla scelta di alcune regioni di posticipare la seconda dose del vaccino Pfizer a 5 settimane, l'azienda insiste: "Mantenere i 21 giorni". Cosa che potrebbe mettere a rischio il piano per allargare la platea degli immunizzati. Le Regioni vanno comunque in ordine sparso: il Lazio ad esempio 'spinge' sugli over 40 che dal 17 possono vaccinarsi dal medico di famiglia e nel weekend partecipare a un open day Astrazeneca.

Vaccini: dopo quanti giorni si è protetti

Figliuolo: piano per età fino ai 50enni

Appello del generale Francesco Figliuolo ai governatori: fino alla fascia dei 50enni bisogna continuare a seguire - per le somministrazioni - le classi decrescenti di età e dei fragili, seguendo la programmazione e i tempi del Piano nazionale. Il commissario ha anche  ribadito che le somministrazioni nelle aziende - già sollecitate da più regioni - non avverranno prima dell'inizio di giugno.

Vaccino agli over 50 in Italia: prenotazioni, regole, tempi

Rt ospedaliero: ecco cos'è

I ministri Roberto Speranza e Mariastella Gelmini (Ansa)

Gelmini: in arrivo milioni di dosi

Nessun problema per il rifornimento, sottolinea la ministra Gelmini: "Abbiamo impresso una decisa accelerazione alla campagna vaccinale. Grazie al lavoro del commissario Figliuolo, del capo della protezione civile Curcio e di tutte le Regioni, abbiamo raggiunto il traguardo delle 500mila somministrazioni al giorno, e siamo pronti a fare ancora meglio. Nelle prossime settimane arriveranno milioni di nuovi vaccini, non c'è dunque alcun rischio di rimanere a corto di dosi. Ci sono tutte le condizioni per proseguire nel buon lavoro che stiamo facendo". 

Bollettino Covid dell'11 maggio

 Da parte sua il ministro della Salute Roberto Speranza traccia la linea: "Dobbiamo insistere con ogni energia sulla campagna di vaccinazione. Presto la stragrande maggioranza di anziani e fragili sarà protetta. A giugno arriveranno ancora più dosi e potremmo ulteriormente accelerare la campagna vaccinale".

Coprifuoco: si va verso le 23

 

​Astrazeneca e 50-60enni

Intanto il ministero della Salute ha chiesto al Comitato tecnico scientifico di valutare la possibilità di estendere il vaccino di Astrazeneca alla fascia 50-60 anni. Gli esperti, secondo quanto si apprende, al momento non hanno formulato alcun parere e hanno chiesto al Commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo di avere i dati relativi a quanti sono i soggetti ancora da vaccinare in quella fascia d'età.