Roma, 28 maggio 2021 - Dal 3 giugno sarà possibile somministrare vaccini a tutta la popolazione dai 16 anni in su, senza più dover rispettare il criterio delle fasce di età. L'annuncio arriva dal Commissariale per l'Emergenza, Francesco Paolo Figliuolo. "Dal 3 giugno partirà una lettera con cui si dara' la possibilità a tutte le Regioni e province autonoma di aprire le vaccinazioni a tutte le classi di età seguendo il piano, utilizzando tutti i punti vaccinali, anche aziendali", ha detto durante la visita in Umbria. "Andiamo verso il superamento delle fasce d'età - ha spiegato - con un occhio vigile sugli over 60 - ha aggiunto -. Abbiamo ottimi risultati sugli over 80, buoni sugli over 70 e solo soddisfacenti sugli over 60".

Vaccino Covid: come prenotare dal 3 giugno. Farmacia, medico di base, azienda: la guida

Covid: il bollettino del 28 maggio

Colori regioni: chi passa in zona bianca

Già ieri la discussione circa la possibilità di prenotare il vaccino a prescindere dall'età aveva tenuto banco con il presidente della Conferenza delle Regioni, il governatore friulano Massimiliano Fedriga, che spingeva per anticipare la data del 10 giugno. "Tutte le Regioni stanno correndo - aveva detto Fedriga -. Il problema ora non sono i target d'età ma l'adesione alla campagna vaccinale dove abbiamo ancora una resistenza".

Vaccino: la prenotazione online regione per regione

Vaccinazioni possibili anche in azienda

Dunque se dal 3 giugno le Regioni potranno somministrare dosi a tutte le fasce di età vaccinabili, sarà possibile ricorrere a tutte le potenziali risorse, comprese le aziende. Nelle scorse settimane oltre 700 imprese avevano dato la propria disponibiltà a effettuare vaccinazioni non appena il Piano lo avesse disposto. Ma il possibile impiego di queste strutture sarà deciso dai territori in base ai diversi piani regionali, nell'applicazione dello specifico protocollo previsto.

Over 60 e fragili

Tuttavia, pur aprendo le vaccinazioni a tutte le fasce d'età, per il commissario Figliuolo è necessario "continuare con gli over 60 così come con i fragili, per ultimarli nei limiti delle possibilita'". "Ci sarà una platea di rinunciatari di cui tenere conto - ha proseguito - ma avremo sempre un occhio vigile su queste persone, anche con modalità di chiamata attiva". Per ultimare la vaccinazione, ha spiegato il generale, "team della difesa e delle Asl andranno a tappeto a cercare gli over 60 e le categorie che più patiscono il virus".

Atteso ok Aifa per i 12-15enni

Il generale Figliuolo ha anche detto che "è molto probabile che dagli inizi della settimana prossima anche l'Aifa darà il via libera per il vaccino agli adolescenti dai 12 anni in su". "Nel piano li avevo già previsti a marzo - ha proseguito -. Siamo in grado di procedere dai 12 ai 15 anni, circa 2 milioni e 300 mila ragazzi". Oggi, intanto, è arrivato il via libera da parte dell'Ema per l'utilizzo del siero Pfizer su questa fascia d'età.