Piano vaccini: il report settimanale
Piano vaccini: il report settimanale

Roma, 21 maggio 2021 - Piano vaccini, a che punto siamo? Come ogni venerdì, sul sito della presidenza del consiglio, è uscito il report settimanale completo in Pdf. Le tabelle propongono 10 grafici: i primi due descrivono l’andamento delle forniture alle Regioni e delle somministrazioni per dosi dall’avvio delle vaccinazioni. Il grafico 3 mostra l’incremento di punti vaccinali dal 25 febbraio, data di avvio del censimento. Le tabelle successive riportano invece lo stato delle vaccinazioni Regione per Regione a seconda delle categorie: untraottantenni, anziani tra 70 e 79 anni, ospiti delle residenze sanitarie assistenziali, personale sanitario e personale scolastico.

E mentre l'Italia si avvia a un altro weekend 'Open day' per i vaccini, dalla no-stop della Campania ai deejay coinvolti in Alto Adige che hanno contribuito al 'tutto esaurito' delle prenotazioni, il commissario Francesco Figliuolo è tornato a richiamare le Regioni, che vorrebbero lanciare i richiami in villeggiatura e aprire già ora alle classi d'età più giovani.

Covid: il bollettino del 22 maggio

Indice Rt Italia a 0.78, giù l'incidenza. Nuovi parametri chiave

Il piano vaccini: tutti i dati

Il bollettino del 21 maggio

La lettura dei numeri

Nell'ultima settimana le somministrazioni di vaccini anti Covid sono state oltre 3 milioni e mezzo, per l'esattezza 3.513.802, con una media quotidiana superiore al mezzo milione: il totale alle 17 di oggi è di oltre 29 milioni e 655 mila.  I punti vaccinali sono 1.226 in più rispetto al 25 febbraio e 109 in più rispetto alla settimana scorsa; 2.699.357 le dosi di vaccino consegnate. In generale il piano va bene: per la nona volta negli ultimi 22 giorni, ieri è stato superato il target - fino a poco fa impensabile - del mezzo milione di vaccini somministrati.

Le categorie

Migliorano sensibilmente le percentuali delle persone appartenenti alle diverse categorie raggiunte dal vaccino in prima e in seconda somministrazione. Secondo l'ultimo report, gli incrementi più significativi riguardano la fascia 70-79 anni, salita a livello nazionale dal 75,16 al 79,45% di prime somministrazioni (+4,29); gli immunizzati con entrambe le dosi di questo range anagrafico sono il 26,94%. Anche la fascia over 80 evolve positivamente, con un 89,60% e un 79,69% rispettivamente di prime e seconde somministrazioni riferite alla platea vaccinale: il numero di over80 in attesa di prima dose scende per la prima volta sotto il mezzo milione (472.202 contro 519.666 la settimana passata). Supera il 98% la percentuale degli ospiti delle Rsa che hanno ricevuto la prima dose.

Ad oggi nella fascia d'età 70-79 anni ha ricevuto almeno la prima dose l'87,34% in Puglia, l'85,38% in Veneto e l'85,23% in Basilicata; agli ultimi posti Sicilia e Calabria, con rispettivamente, il 61,66% e il 67,79%. Tra gli over 80, prima dose per il 98,9% in Veneto, il 96,9% in Toscana e il 95,18% in Emilia Romagna. 

Ancora: l'80% del personale scolastico ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino anti Covid; gli immunizzati di questa categoria con entrambe le dosi sono il 23,49%.