Roma, 3 maggio 2021 - "Quando avremo messo in sicurezza gli over 65 si può aprire a tutte le classi di età". Svolta annunciata per i vaccini anti Covid in Italia. A parlare ieri mattina il commissario per l'emergenza Paolo Francesco Figliuolo durante la sua visita nell'hub di Porta di Roma. La road map è tracciata da tempo: "Dobbiamo premere sulle classi over 60 - per le quali la media di somministrazioni è ancora bassa - e il piano va seguito in maniera ordinata e coerente", la linea di Figliuolo. Ieri è stata superata la soglia delle 20milioni di dosi somministrate e, una volta terminata la vaccinazione degli over 65, il commissario è pronto a coinvolgere le classi produttive. "Penso al settore alberghiero", dice.

Figliuolo: "Valutiamo AstraZeneca anche a under 60 se vogliamo raggiungere i target"

Covid e viaggi: Ue propone nuove regole. Meno restrizioni e test per i bambini

Sabato in un'intervista a Repubblica aveva anticipato il tema, spiegando che per l'apertura a tutte le fasce di età, senza prenotazione, il programma prevede l'utilizzo anche delle campagne in azienda, "da fine maggio". Sfruttando anche "centri vaccinali nelle località turistiche" per intercettare i giovani in vacanza, oltre che gli accordi con i medici di famiglia. Maggio sarà quindi un mese "di transizione", dove è atteso l'arrivo in massa delle dosi. "Dopo pensiamo all'estate" e allo step successivo, quello appunto delle classe produttive. 

Il commissario confida che da giugno, in poi, se le consegne verranno rispettate, arriveranno "un milione di dosi al giorno". Questo non significa che si possa raggiungere un tale livello delle somministrazioni nelle 24 ore, ma Figliuolo è convinto "che la macchina possa salire molto più su dei 500mila" dosi giornaliere. 

E il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, sempre ieri rincara: "Concentriamoci nel mantenere la quota dell'utilizzo del 90% di dosi a disposizione. Non c'è una dose che venga sprecata". Insomma, da giugno potrebbe esserci il via libera senza fasce d'ètà, ma per "classi produttive". 

Covid oggi in Italia: contagi del 3 maggio. Bollettino Coronavirus e dati regioni

Vaccini a scuola

Nodo aperto resta quello delle vaccinazioni a scuola. Ipotesi a cui il commissario straordinario non chiude le porte: "Fare la vaccinazioni nelle scuole ai ragazzi? Ci stiamo pensando, come si faceva una volta negli anni '70", dichiara Figliuolo. 

Covid, scuola d’estate anche senza prof. I presidi: "Laboratori, non lezioni"

Atleti alle Olimpiadi

E il commissario oggi è intervenuto all'inaugurazione dell'hub vaccinale allestito al polo acuqatico di Roma. "Vaccineremo a brevissimo gli atleti che devono andare a fare le olimpiadi, perché questo è un segno dell'Italia che riparte", ha detto. 

Treno, nave e aereo: ecco le regole anti Covid. Anche in ferie non è un liberi tutti