"Porta chi vuoi che gli facciamo il tampone a tutti... Pure ai gatti". Si esprimeva così, non sapendo di essere intercettato dai carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Cosenza, il direttore sanitario dello Spoke ospedaliero di Cetraro-Paola, Vincenzo Cesareo. Ma oltre ai tamponi, secondo gli investigatori, il medico avrebbe anche somministrato almeno 4 dosi del vaccino anti Covid a persone che non rientravano negli elenchi della fase uno dei destinatari solo perché suoi amici. Adesso Cesareo è indagato dalla procura della Repubblica di Paola ed è stato anche interdetto dal lavoro

per 12 mesi con l’accusa di peculato iper l’uso improprio dell’auto

di servizio.