Roma, 17 febbraio 2021 - Quando sarà il tuo turno per fare il vaccino anti Covid? Ora c'è anche un algoritmo a ipotizzare il giorno in cui riceverai il siero, con un margine di incertezza (stimato) ridotto all'incirca a una decina di giorni. L'inizio della campagna nazionale è stato alla fine dello scorso dicembre e la piattaforma Omni Calculator Project - ideata dalla ricercatrice Anna Wojcicka, laureata in Italianistica all'università di Tor Vergata e dalla collega Anna Szczepakek, della'università Jegallonica (Polonia) - stabilisce che la fine sarà tra circa un anno e due mesi, dunque verso l'inizio di maggio 2022.

Vaccino Covid: fra Ue e Moderna accordo per altre 300 milioni di dosi

Coronavirus: bollettino del 17 febbraio

Il pensiero costante degli italiani ora è proprio questo: quando potrò fare il vaccino e vivere con meno paure questa pandemia senza fine? Recentemente è stato pubblicato il nuovo documento nazionale 'Le priorità per l'attuazione della seconda fase del piano nazionale vaccini Covid-19' che inquadra le sei categorie prioritarie e la scansione temporale in cui dovranno sottoporsi alla vaccinazione. Il calcolatore per l'attesa del vaccino prende in considerazione l'età, la professione, lo stato di salute e in base a queste variabili l'algoritmo stima il numero massimo e minimo di persone che sono davanti a te nella coda. Ma la cosa più interessante è che viene calcolata anche la 'forbice' di date in cu dovresti avere la prima e la seconda inoculazione. Oltre alle date personali, Omni Calculator Project stabilisce anche la fine della maxi campagna in base all'andamento effettivo delle consegne, delle somministrazioni e del piano nazionale.

Per fare un esempio, un 40enne impiegato di un'azienda metalmeccanica non affetto da patologie che lo rendono vulnerabile o aumentano il suo rischio clinico (seguendo il tasso di vaccinazione del piano nazionale, il termine della campagna a maggio 2022, la copertura vaccinale al 70,8%) dovrebbe ricevere la prima dose di vaccino il 17 gennaio 2022 (range dal 2/11/2021 al 11/04/2022) e la seconda inoculazione il 23 febbraio 2022 (dal 23/11/2021 al 2/5/2022). Il nostro Signor Rossi, inoltre, è nelle categorie alle quali può essere somministrato il siero AstraZeneca e dunque potrebbe riceverlo anche prima, a seconda della disponibilità. Davanti a sè, infine, ha ora 28 milioni di italiani. Le previsioni non sono comunque ottimistiche perché un 40enne che soffre di diabete riceverà la sua prima dose il 2 giugno 2021 (nell'ipotesi più rosea) e davanti a sé ha come minimo 8,9 milioni di persone.

Questo calcolatore esiste anche nel resto del mondo e viene tarato a seconda dei critieri nazionali: in India, per esempio, dove la popolazione è di 1,3 miliardo, la vaccinazione è partita da solo un mese e sono disponibili solamente due tipi di antidoti (Serum e Covaxin), se un cittadino vive nelle aree rurali e non rientra nelle categorie prioritarie potrebbe dover aspettare fino a 5 anni per ricevere la prima dose: si parla del 2026.

Il piano del governo prevede di vaccinare circa 1,16 milioni di italiani a settimana (14 milioni nel primo trimestre con un livello di accetazione delle dosi del 70,8% da parte della popolazione). Nel sito è possibile anche scegliere il tasso di vaccinazione basato sull'attuale andamento della campagna, che viene aggiornato in maniera regolare. Per cambiare questi valori, vanno modificati i parametri della selezione sulla distribuzione del vaccino. E' possibile anche personalizzare il tasso di vaccinazione a livello nazionale. Sulla piattaforma è scritto chiaramente "Questo calcolatore non può sostituire il parere di un medico: consulta il tuo dottore prima di farti somministrare il vaccino, o in caso di qualunque dubbio".

.​Vaccini, clicca qui e calcola quando sarà il tuo turno secondo l'algoritmo