Si fa strada l’ipotesi di coinvolgere anche i minori nelle vaccinazioni. Il Canada ha autorizzato Pfizer dai 12 anni in su. Nel giro di un mese si esprimerà anche l’Ema.

Il vaccino Pfizer per i ragazzi "è esattamente lo stesso di quello somministrato in fasce di età più alta. Nei soggetti di 12-15 anni che hanno partecipato allo studio di Fase 3 si sono visti risultati molto promettenti, con un’efficacia del 100% e una risposta anticorpale molto robusta, superiore a quella della fascia 16-25 anni", spiega Valentina Marino, direttore medico Pfizer Italia.

"In linea di massima in 3 o 4 settimane avremo l’approvazione anche per questa fascia di età". "Vaccinare i giovani - ha precisato - potrebbe aiutare a limitare la diffusione del virus perché i ragazzi sono spesso asintomatici, ma possono trasmettere il virus. A breve partirà uno studio per la somministrazione del vaccino nella fascia di età 5-11 anni, subito dopo dai 2 ai 5 anni e infine da 6 mesi a 2 anni".