Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
17 set 2021

Vaccinati ma già in quarantena. "Cambiare le regole della scuola"

Da Bonaccini a Renzi: scongiurare la Dad, già attiva in centinaia di classi. "Isolare solo gli alunni positivi". I presidi aprono al vaccino per gli over 12: "Situazione sotto controllo, ma l’obbligo va considerato"

17 set 2021
elena g. polidori
Cronaca
featured image
A scuola ai tempi del Green pass
featured image
A scuola ai tempi del Green pass

La situazione non è certo quella dell’anno scorso, ma appena si sono aperti i battenti delle scuole, ecco che si è subito ripresentato il rischio della Dad, soprattutto per gli under 12 che non hanno ancora la possibilità di vaccinarsi, ma non solo. Al momento – e siamo appena agli inizi dell’anno scolastico – ci sono già diverse classi, da Bolzano alla Sardegna, passando per il Lazio, che si sono aperte e subito chiuse per Covid: secondo l’associazione dei presidi un centinaio in totale su oltre 400mila, ma la possibilità che questi numeri aumentino c’è eccome. Green pass: il nuovo decreto E così il problema del cambio delle regole legate alla quarantena si sta cominciando a porre anche in Italia – con la Germania e la Gran Bretagna che già hanno avviato una riflessione sul tema – visto che le norme in vigore possono determinare un ritorno in Dad a singhiozzo per molte classi durante tutto l’anno scolastico a causa dei contagi, vanificando gli sforzi che sono stati fatti per riportare gli alunni in presenza. Per Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, il governo dovrebbe pensare a una revisione. E anche Matteo Renzi sta su questa linea: "Spero che, per evitare la follia della Dad, cambino rapidamente le regole della quarantena per i vaccinati". Una delle idee sul tavolo è quella, in caso di contagio di un alunno, di mettere in quarantena solo chi risulta positivo e i suoi "compagni di banco" più vicini, facendo poi un test all’intera classe e permettendo il ritorno in presenza ai "negativi", ma è un’ipotesi che – al momento – il ministero della Salute "non sta prendendo neppure in considerazione". D’altra parte – si sottolinea – i protocolli e le linee guida del Cts "sono state firmate da tutti i presidenti di Regione" e tutti i ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?