Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
11 lug 2022

Le vacanze? Ormai si prenotano sul web. Ecco come difendersi dalle truffe

Oltre il 40% degli italiani teme per la sicurezza dei dati quando acquista le vacanze online. Occhio alle chat e ai social

11 lug 2022
achille perego
Cronaca
Turisti a Firenze (immagine di repertorio)
Turisti a Firenze (immagine di repertorio)
Turisti a Firenze (immagine di repertorio)
Turisti a Firenze (immagine di repertorio)

Tutti pronti per l’estate 2022. E sempre più spesso, per scegliere la vacanza al mare, ai monti o all’estero, si opta per la prenotazione online. Ma come sempre dietro alla grande rete si nasconde anche un rischio: quello di truffe e inganni che corrono proprio sul web. Tanto che secondo il primo Rapporto Censis-DeepCyber, al 65% circa degli italiani è capitato di essere bersaglio di email ingannevoli nel tentativo di convincere le potenziali vittime a condividere dati sensibili. Inoltre, le prenotazioni di viaggi e alloggi figurano fra le cinque attività digitali che gli italiani ritengono a più alto rischio per la sicurezza dei propri dati personali. «Con l’avvicinarsi del periodo estivo il numero delle persone che prenotano e acquistano in rete viaggi e vacanze è in costante aumento complice anche la ricerca di offerte a bassissimo costo – spiega Ivano Gabrielli, direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni –. Purtroppo non sempre queste attività risultano immuni da rischi, così come rilevato dalle segnalazioni di truffa pervenute al portale della Polizia Postale www.commissariatodips.it ". Talvolta, prosegue Gabrielli, "si può cadere nella trappola di siti “civetta“ artatamente contraffatti o di singoli individui senza scrupoli, che pubblicizzano pacchetti vacanze a prezzi scontatissimi nascondendo vere e proprie truffe". Ma quali sono le truffe, in particolare nella prenotazione di affitti brevi, che avvengono online? In primis la trattativa internazionale. Ovvero un proprietario fittizio appena trasferitosi all’estero non può accogliervi di persona. La trattativa a distanza è il preludio di una richiesta di bonifico internazionale. Inizierà così a chiedere documenti, condividere non meno di 2-3 bozze di contratto in un crescendo di zelo che culminerà nella necessità di concludere l’affare entro 24 ore. Il tutto seguito da una finta pagina di prenotazione, una finta fattura e una vera scomparsa dopo aver ricevuto una caparra importante. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?