"Buongiorno – ha scritto su Facebook il Comune di Castelfranco Emilia –, da diverse settimane avete visto comparire in alcuni nostri post questo simbolo, a chiusura di alcuni termini usati. Ecco una breve spiegazione! Il rispetto e la valorizzazione delle differenze sono principi fondamentali della nostra comunità e il linguaggio che utlizziamo quotidianamente dovrebbe rispecchiare tali principi. Ecco perché abbiamo deciso di adottare un linguaggio più inclusivo: al maschile universale sostituiremo la schwa, una desinenza neutra. Questo non significa stravolgere la nostra lingua o le nostre abitudini, significa fare un esercizio di cura e attenzione verso tutte le persone, in modo che si sentano ugualmente rappresentate".