Nella notte tra 25 e 26 aprile 1986, un test di sicurezza finito male provoca il più grande incidente nuclerare del mondo. A Chernobyl, in Ucraina (l’allora Urss) l’esplosione del reattore numero 4 libera nell’atmosfera tonnellate di scorie radioattive.

Il mondo ne fu scosso, facendo emergere i pericoli del nucleare.

Non c’è una stima ufficiale, ma migliaia di persone hanno perso la vita negli anni successivi a causa delle malattie provocate dalla radioattività. La zona di Chernobyl è ancora contaminata, nonostante sia diventata un’attrazione turistica