Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 lug 2021

Un Green pass falso a 130 euro Sul web spopola il mercato nero

L’inchiesta sul commercio illegale di certificati e vaccini fasulli. Chiusi 10 canali Telegram: migliaia i clienti

4 lug 2021
Un Green pass all’aeroporto. Sopra, il commissario straordinario Francesco Figliuolo
Un Green pass all’aeroporto. Sopra, il commissario straordinario Francesco Figliuolo
Un Green pass all’aeroporto. Sopra, il commissario straordinario Francesco Figliuolo
Un Green pass all’aeroporto. Sopra, il commissario straordinario Francesco Figliuolo
Un Green pass all’aeroporto. Sopra, il commissario straordinario Francesco Figliuolo
Un Green pass all’aeroporto. Sopra, il commissario straordinario Francesco Figliuolo

Come era prevedibile, è esploso il business parallelo e illegale dei certificati verdi (vaccinazione, guarigione, test negativo) sul web. I gestori del giro d’affari inoltre proponevano, senza averli mai avuti, i vaccini anti Covid di Pfizer, Moderna e AstraZeneca. E offrivano appunto Green pass falsi, venduti sul dark web con pacchetti tutto compreso a 100-130 euro, puntando sulla voglia delle persone di tornare a viaggiare e partecipare ad eventi di ogni tipo. Fa un altro passo avanti l’inchiesta del Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza e della procura di Milano che già ad aprile portò all’oscuramento di due canali Telegram con oltre 4mila iscritti: stavolta sono 10 i canali sequestrati nel giorno dell’esordio del Green pass europeo e oltre diecimila le persone che vi avevano aderito ed erano regolarmente iscritte. L’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Eugenio Fusco e dai sostituti Maria Baj Macario e Maura Ripamonti, è ancora in corso per individuare sia i venditori sia gli acquirenti – tra i primi potrebbero esserci anche soggetti pubblici, gli unici che in Italia hanno la disponibilità delle fiale, mentre tra i secondi potrebbe avere interessi anche la criminalità organizzata –, ma alcuni elementi sono già emersi in questi mesi. I prezzi, innanzitutto: quelli dei vaccini oscillavano tra i 155 euro per una dose fino ai 20mila per uno stock di 800 fiale; quelli per il Green pass potevano arrivare invece fino a 130 euro per il pacchetto all inclusive: falsi dati identificativi del vaccinato, Qr code, numero che contraddistingue il lotto di origine della prima e della seconda dose, consegna a domicilio anche fuori dall’Ue e in particolare in Usa, Gran Bretagna e Stati Uniti. A oggi sono almeno un centinaio i Green pass falsi già individuati, grazie a un monitoraggio in tempo reale del web tramite intelligenze ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?