Ivrea riapre le scuole, lezioni all'aperto (Ansa)
Ivrea riapre le scuole, lezioni all'aperto (Ansa)

Roma, 26 maggio 2020 - Riaprire la scuola per l'ultimo giorno del 2020? Il Comitato tecnico-scientifico boccia la proposta della viceministra Ascani e accolta anche dal sindaco di San Lazzaro di Savena, Isabella Conti, che ha pensato a un saluto di bambini e ragazzi al parco. Il coordinatore del Cts, Agostino Miozzo, avrebbe spiegato che ieri pomeriggio tutti i componenti del Comitato hanno deliberato negativamente sulla possibilità di trascorrere l'ultimo giorno dell'anno scolastico in classe.

Per il Comitato sarebbe complicato gestire il distanziamento tra giovani e giovanissimi in un periodo in cui il contagio ancora esiste. Ci saranno problemi - è emerso poi nel corso dell'incontro avvenuto con il ministero dell'Istruzione e i sindacati - per mettere insieme le richieste dei sindacati con le decisioni che dovranno essere assunte per il rientro in classe a settembre. I sindacati hanno denunciato che, secondo dati in loro possesso, si dovranno formare classi troppo numerose, spesso con 29-32 alunni; hanno chiesto che le responsabilità non siano in capo ai dirigenti scolastici ed hanno evidenziato che il protocollo per il rientro a settembre non potrà essere chiuso in modo celere come è stato per la maturità. 

Ma la Ascani tira dritto. "Se il Comitato tecnico scientifico non ritiene sia abbastanza sicuro fare incontrare gli studenti delle classi terminali in piccoli gruppi nelle scuole, lavoreremo con gli enti locali e i territori per consentire di farlo all'aperto o in altri luoghi che possano essere adatti", dice la viceministra. E aggiunge: "Tutto questo andrà fatto in sicurezza, su base volontaria per studenti e famiglie e tutelando la responsabilità di ciascuno. Individueremo spazi e modalità idonee".