12 mar 2022

Ucraina, Mastella ospita nella sua villa 18 profughi

Sono donne e bambini che non avevano parenti in Italia. E' la stessa villa anni fa al centro delle cronache politiche per i ricevimenti che organizzava l'allora ministro della Giustizia

Refugees from Ukraine arrive to take the train at the Medyka border crossing, after crossing the Ukrainian-Polish border, southeastern Poland on March 12, 2022. - More than two and a half million people have fled the "senseless war" in Ukraine, the UN says -- more than half to Poland. (Photo by Louisa GOULIAMAKI / AFP)
Profughi ucraini (Ansa)

Benevento, 12 marzo 2022 - Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha ospitato in una villa disabitata di proprietà sua e della moglie, 18 profughi ucraini che hanno affrontato un viaggio di giorni e giorni per mettersi in salvo dalla guerra. I profughi, donne e bambini che non avevano parenti in Italia e altre sistemazioni su cui contare, si trovano a Ceppaloni già da qualche giorno, nella stessa villa che anni fa era al centro delle cronache mondane e soprattutto politiche per i ricevimenti che l'allora ministro della Giustizia e leader dell'Udeur era solito organizzare in occasione della festa del Campanile, che apriva a fine estate la stagione politica. Ora nel salone delle feste, nella depandance, e nel salotto con il doppio camino sono stati sistemati i profughi.

La notizia non trapela dai proprietari, che hanno preferito mantenere il più stretto riserbo sulla decisione di ospitare a proprie spese 18 persone, ma dall'associazione che a Benevento conduce una forte opposizione al sindaco, spesso anche a colpi di esposti in procura. Per il coordinatore di "l'Altrabenevento", Gabriele Corona, Mastella "è andato oltre le chiacchiere e non si è limitato a invocare l'impegno della Caritas. L'ex ministro ha deciso di non dare notizie ufficiali perché la solidarietà non si deve sbandierare". 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?