La casa del 90enne e nel riquadro la vittima Marco Massano (Ansa)

Asti, 9 novembre 2018 - Tragedia a Asti. Dario Cellino, 91 anni di Portacomaro d'Asti, ha sparato due colpi d'arma da fuoco e ucciso Marco Massano, il perito tecnico che si era recato a casa dell'anziano signore per una procedura di pignoramento. L'uomo, da quanto si apprende, non aveva pagato un mutuo e il tribunale aveva inviato il geometra per effettuare la perizia. Una volta arrivato a casa, il 91enne ha estratto la pistola e sparato almeno due colpi. Il geometra del tribunale, ferito gravemente, era stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Asti, ma il tentativo di salvarlo è stato inutile. L'uomo, 44 anni, viveva a Torino con la moglie e due figli. 

ASTI_34885378_164652

"Era un burbero, ma non avrebbe mai fatto male a nessuno", commenta uno dei dipendenti della ditta di fronte all'abitazione dove si è consumata la tragedia. Il novantenne, che non era seguito da assistenti sociali e non aveva mai dato segni di instabilità, è stato arrestato dai carabinieri e ora è accusato di omicidio. In casa deteneva legalmente diverse armi, tra pistole e fucili.