Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 giu 2022

Uccide moglie e figlia, poi va al bar "Adesso chiamate i carabinieri"

Oggi ci sarebbe stata l’udienza per la separazione. L’altro figlio ha provato a frapporsi tra il papà e la mamma, poi i colpi di fucile. Una nuova tragedia annunciata, la donna lo aveva denunciato per maltrattamenti. Ma il pm aveva chiesto l’archiviazione

14 giu 2022
valentina reggiani
Cronaca
La 22enne Renata e la mamma Gabriela Trandafir, 47 anni: le due donne avevano paura dell’uomo che poi le ha uccise
La 22enne Renata e la mamma Gabriela Trandafir, 47 anni: le due donne avevano paura dell’uomo che poi le ha uccise
La 22enne Renata e la mamma Gabriela Trandafir, 47 anni: le due donne avevano paura dell’uomo che poi le ha uccise
La 22enne Renata e la mamma Gabriela Trandafir, 47 anni: le due donne avevano paura dell’uomo che poi le ha uccise
La 22enne Renata e la mamma Gabriela Trandafir, 47 anni: le due donne avevano paura dell’uomo che poi le ha uccise
La 22enne Renata e la mamma Gabriela Trandafir, 47 anni: le due donne avevano paura dell’uomo che poi le ha uccise

di Valentina Reggiani CASTELFRANCO (Modena) "Venite a prendermi, vi aspetto qua. Ho ammazzato mia moglie e mia figlia". È entrato al bar con gli abiti intrisi di sangue, si è avvicinato al bancone e, dopo aver chiesto un caffè, ha detto alla barista di chiamare i carabinieri. È così che ieri mattina la frazione di Cavazzona, a Castelfranco Emilia, al confine tra Modena e Bologna è divenuta l’ennesimo sanguinario teatro di un duplice femminicidio. Il 69enne Salvatore Montefusco, imprenditore edile in pensione, ha ucciso a colpi di fucile a canna mozza la moglie, Gabriela Trandafir e la figlia di lei Renata, 47 e 22 anni. In casa c’era anche il figlio 17enne della coppia, che avrebbe assistito al massacro tra il giardino e la cucina di quella villetta a schiera gialla in via Cassola di Sotto che l’uomo costruì anni fa per la famiglia. Proprio oggi sarebbe stata in programma l’udienza di separazione tra i due coniugi, che si erano uniti in matrimonio un paio di anni fa. Mentre ieri mattina la coppia era appena tornata da un colloquio con gli avvocati. "Gabriela e Renata mi hanno detto ’finalmente te ne vai’, io ho fatto fuoco" ha confessato l’uomo. Una tragedia annunciata, secondo i vicini: spesso la donna aveva chiamato i carabinieri, denunciando di essere vittima di maltrattamenti, minacce, aggressioni. Denuncia a seguito della quale pare fossero state sequestrate le armi al 69enne. La vittima, come confermato dalla procura di Modena, aveva presentato denuncia nei confronti del coniuge per maltrattamenti in famiglia e successivamente per atti persecutori, appropriazione indebita e furto. A sua volta il pensionato aveva denunciato moglie e figlia per maltrattamenti in famiglia e lesioni volontarie. Le denunce di Gabriela stavano per essere archiviate ma lei si era opposta e l’udienza era prevista per oggi davanti al Gip. Anche il procedimento ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?