Ubriaco pesta a sangue due carabinieri. Rugbista in manette dopo una notte di follia

Atleta del Valorugby e della nazionale delle Isole Fiji, Rusiate Nasove, è stato arrestato per aver mandato all'ospedale due carabinieri. Reagendo con violenza, ha preso a calci e pugni i militari, costringendo le forze dell'ordine ad usare il taser.

Ubriaco pesta a sangue due carabinieri. Rugbista in manette dopo una notte di follia

Ubriaco pesta a sangue due carabinieri. Rugbista in manette dopo una notte di follia

Rusiate Nasove, 28enne atleta del Valorugby e della nazionale delle Isole Fiji, è stato arrestato e incarcerato a Reggio Emilia per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate dopo aver mandato all’ospedale due carabinieri. Una notte brava finita male. Alcuni residenti hanno chiamato le forze dell’ordine segnalando la presenza di un uomo ubriaco che urlava a squarciagola in viale dei Mille. Subito è arrivata una pattuglia che lo ha trovato sdraiato sul cofano di un’auto in sosta, delirante. Il rugbista si è però rifiutato di fornire le generalità e ha reagito con violenza. Con la sua stazza – 1,95 metri per cento chili di peso – ha mandato al tappeto due militari presi a calci e pugni (per loro sette giorni di prognosi). A quel punto sono intervenute in ausilio due volanti della questura che lo hanno inseguito e ’placcato’ solo con l’utilizzo del taser.