Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 feb 2022

Ubriaco falcia due cugine ventenni Fugge dopo lo schianto: arrestato

Con un Suv ha speronato a folle velocità un’utilitaria: gravi le bimbe a bordo, figlie di una delle vittime

1 feb 2022

Ubriaco ha tamponato, a velocità elevatissima, con un potente Suv, una Fiat Panda che lo precedeva lungo l’autostrada A28, alle porte di Pordenone, tra Villotta e Azzano Decimo, causando la morte di due cugine, Sara Rizzato e Jessica Fragasso, rispettivamente di 26 e 20 anni, di Conegliano (Treviso) e residente a Mareno di Piave (Treviso) e il ferimento in modo grave delle due figlie di Sara Rizzato, di 2 anni e mezzo e 4 mesi. La neonata è in Terapia Intensiva dell’ospedale di Udine, l’altra è ricoverata nel reparto Pediatria. Al termine della carambola, il conducente – Dimitri T. – sebbene ferito, è uscito dall’auto che si era cappottata e ha camminato per centinaia di metri fino a che ha trovato uno spazio dove poter saltare la recinzione e fuggire. È un 61enne di origine bulgara, impresario da moltissimi anni in Friuli; è stato rintracciato dagli agenti della squadra mobile di Pordenone, nella propria abitazione, che si trova nel capoluogo del Friuli Occidentale ad almeno dieci chilometri dal luogo della tragedia. È stato arrestato e trasferito nel carcere di Udine con l’accusa di omicidio stradale plurimo aggravato e omissione di soccorso e fuga. Sono in corso indagini per capire se qualcuno possa averlo aiutato nella fuga. Quando lo hanno trovato, gli agenti lo hanno sottoposto all’alcoltest ed è risultato positivo: nel sangue aveva un tasso alcolico di oltre tre volte il consentito. Un elemento aggravante che, assieme alle pesantissime accuse che gli sono state contestate, potrebbe portare al massimo della condanna prevista per questi casi. L’uomo era alla guida di un veicolo con la targa di prova, quella rilasciata prima di perfezionare l’acquisto. Assieme alle auto coinvolte nel drammatico incidente, è stato sequestrato il cellulare dell’uomo per capire se al momento del tamponamento potesse essere al telefono ed essersi distratto, viaggiando ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?