29 gen 2022

Truffa da un milione al cliente morto L’avvocato dei vip finisce nei guai

Sequestrate sei case tra Milano e Lecco. Il 48enne ha difeso Parietti, Lecciso e Del Santo (estranee alla vicenda)

mario consani
Cronaca
Michele Morenghi, avvocato di 48 anni, ha lo studio in via Montenapoleone
Michele Morenghi, avvocato di 48 anni, ha lo studio in via Montenapoleone
Michele Morenghi, avvocato di 48 anni, ha lo studio in via Montenapoleone

di Mario Consani Console della Sierra Leone in Italia e rettore dell’Università Pulitzer di Budapest. Ma anche noto civilista del foro milanese con studio nella lussuosa via Montenapoleone, cuore del Quadrilatero della moda. Anche tutto questo è l’avvocato Michele Morenghi, 48 anni, in passato legale di vip come Loredana Lecciso, Alba Parietti e Lory Del Santo, ma da ieri pure indagato per una storia da un milione di euro che avrebbe fatto sparire sottraendolo a un cliente defunto. I soldi sarebbero finiti in una società immobiliare con sede nella capitale ungherese controllata da un suo prestanome. Sotto inchiesta è anche quest’ultimo: Egidio Leuteri, un 77enne residente a Budapest spuntato dal nulla e che insieme all’avvocato Morenghi è indagato per violazioni fiscali, appropriazione indebita e autoriciclaggio. Sono le accuse che alla strana coppia contesta la procura milanese in un’indagine coordinata dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Mauro Clerici. Ieri gli uomini del Nucleo economico finanziario della Gdf hanno sequestrato beni in Italia per un milione di euro, l’equivalente di quanto la società ora controllata dal legale dovrebbe al fisco. Il provvedimento di sequestro preventivo firmato dal gip Livio Cristofano è finalizzato alla confisca dei beni. Il cliente cui l’avvocato avrebbe sottratto il denaro è Mario Bagnato, morto nell’ottobre 2020, ex titolare di sale bingo a Bergamo e nella Bergamasca. La holding immobiliare al centro dell’indagine è la Orsa Maggiore, mentre la società ungherese che le farebbe da schermo è la Ior Finance Kft. Stando a quanto ricostruito dalle indagini, l’immobiliare di cui era titolare Bagnato aveva debiti tributari e cartelle esattoriali in ballo per poco meno di 2 milioni di euro. Poco prima che l’imprenditore morisse, l’avvocato Morenghi avrebbe messo in piedi l’operazione che ha portato ad assegnare le quote della holding ad una società ungherese e a metterle in mano ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?