Il 37enne Marco Bernardini lavorava nell’azienda di famiglia
Il 37enne Marco Bernardini lavorava nell’azienda di famiglia
ABANO TERME (Padova) È del 37enne manager Marco Bernardini il corpo senza vita trovato lunedì sera in un albergo in disuso nel centro termale di Abano Terme, nel Padovano. Il cadavere è stato ripescato, con addosso solo un paio di mutande, nella piscina dell’hotel che conteneva oltre un metro e mezzo...

ABANO TERME (Padova)

È del 37enne manager Marco Bernardini il corpo senza vita trovato lunedì sera in un albergo in disuso nel centro termale di Abano Terme, nel Padovano. Il cadavere è stato ripescato, con addosso solo un paio di mutande, nella piscina dell’hotel che conteneva oltre un metro e mezzo d’acqua. Al momento non è chiaro se il giovane, residente nello stesso comune e di cui lo stesso lunedì i genitori avevano denunciato la scomparsa, sia vittima di una caduta accidentale nella vasca oppure abbia optato per il suicidio. Da una prima ricognizione cadaverica si apprende che il corpo mostra una lunga abrasione, compatibile con una ferita da "strisciamento" su un fianco. Il particolare porterebbe a pensare che Bernardini non si sia accorto del bordo vasca e ci sia finito dentro.

Quel che è certo, però, è che il manager non stesse attraversando un periodo facile. Testimoni hanno raccontato ai carabinieri di averlo sentito urlare e di averlo visto gesticolare nei pressi dell’albergo abbandonato venerdì sera. Quindi sarebbe entrato nello stabile, come comprovato anche da alcune telecamere. Nella notte tra venerdì e sabato dei vicini hanno sentito un tonfo e chiamato i carabinieri che non riscontrarono nulla di anomalo. Solo dopo la denuncia di scomparsa è stato chiaro agli inquirenti che la descrizione di Bernardini coincideva con quella del ragazzo avvistato. Da qui gli accertamenti e la scoperta del cadavere ad opera di un custode. Oggi è attesa l’autopsia, mentre la procura ha disposto gli esami tossicologici sul corpo.

red. int.