Trieste: lo scontro con i carabinieri e l'arresto di Ugo Rossi (Fermo immagine dal TgR)
Trieste: lo scontro con i carabinieri e l'arresto di Ugo Rossi (Fermo immagine dal TgR)

Trieste, 21 settembre 2021 - Il candidato sindaco di Trieste per il Movimento 3V, Ugo Rossi, è stato arrestato dai carabinieri per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. Rossi, che ora si trova ai domiciliari, è stato coinvolto nei disordini scoppiati in un ufficio postale del rione periferico di San Giovanni, dove due persone si rifiutavano di indossare correttamente la mascherina all'interno dei locali.

Il candidato del Movimento 3V (le tre V stanno per 'Vaccini vogliamo verità') era intervenuto, con tanto di megafono e telecamere per dare sostegno ai due che non volevano attenersi alle norme anti contagio. Ma gli addetti dell'ufficio postale hanno chiamato le forze dell'ordine. 

Una volta giunti sul posto, i militari dell'Arma hanno chiesto a Rossi di esibire un documento, ma il politico si è rifiutato opponendo resistenza, culminata poi in uno scontro fisico. Due carabinieri sono rimasti feriti nella colluttazione e sono stati trasportati al pronto soccorso di Cattinara, mentre l'aspirante primo cittadino di Trieste è stato caricato a fatica su un'auto e portato in caserma.  Al termine delle formalità di rito, Rossi ha accusato un malore ed è stato portato anche lui all'ospedale di Cattinara.

Ugo Rossi, candidato sindaco di Trieste (Ansa)

Ugo Rossi è noto per le sue posizioni anti mascherine e contro il Green pass, che ha promesso di abolire con un'ordinanza in caso di vittoria alle prossime comunali. Ieri sera circa 5mila persone hanno partecipato a una manifestazione contro il certificato verde, attraversando le vie del centro fino a piazza Unità.