Volo salva-vita dell'Aeronautica per una bimba di tre mesi
Volo salva-vita dell'Aeronautica per una bimba di tre mesi

Roma, 27 dicembre 2021 - Volo salva-vita dell'Aeronautica militare per una neonata di tre mesi. Un Falcon 900 del 31° Stormo ha concluso una missione di trasporto sanitario d'urgenza a favore di una piccola paziente che necessitava del trasferimento dall’ospedale “Burlo Garofolo” di Trieste all’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma. La piccina, affetta da una malformazione congenita, era "in imminente pericolo di vita", come scrive la stessa Aeronautica su Twitter.

Il Falcon 900, decollato dall'aeroporto di Roma Ciampino poco dopo le 12 di oggi lunedì 27 dicembre, è giunto all'aeroporto di Ronchi dei Legionari dove, nel rispetto delle misure precauzionali connesse all’emergenza sanitaria Covid-19, ha effettuato l’imbarco della bimba che ha viaggiato con la mamma e con un'équipe medica che ne ha curato l`assistenza sanitaria durante il volo.

Il velivolo militare è atterrato a Roma Ciampino intorno le 15. Il volo salva vita, richiesto dalla Prefettura di Trieste, è stato immediatamente coordinato dalla sala situazioni di vertice del comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti anche quello di disporre e gestire questo tipo di missioni attraverso l’attivazione di uno dei velivoli che la Forza Armata tiene pronti, 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, per questo genere di necessità.

Attraverso i suoi reparti di volo, l'Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento ed in grado di operare anche in condizioni meteorologiche marginali per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi ed équipe mediche per trapianti. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46^ Brigata Aerea di Pisa. Tra gli ultimi casi, quello della piccina di sei mesi affetta da Covid trasferita al Bambin Gesù da Cosenza.