9 gen 2022

Treni, il Covid cancella 180 regionali. L'elenco in pdf

Altri 370 convogli sostituiti da servizi bus. Salve le corse di pendolari e studenti

LA STAZIONE CENTRALE DI MILANO AFFOLLATA PER LE PARTENZE DI CAPODANNO VIAGGIATORI ACCESSO AI TRENI SOLO CON FFP2
Sui treni si può viaggiare solo con mascherine Ffp2

Roma, 9 gennaio 2022 - Sono 180 i treni regionali di Trenitalia, pari al 3% dell’offerta locale, che saranno cancellati a partire da domani 10 gennaio per la riorganizzazione del servizio dovuta alla diffusione dei contagi Omicron, mentre complessivamente - tra cancellazioni e sostituzioni con autobus - saranno 550 le corse interessate, pari al 9% del trasporto regionale.

Covid: il bollettino del 9 gennaio

Lo spiega il gruppo Fs sottolineando che da domani Trenitalia riorganizzerà i collegamenti regionali e le Frecce, con cancellazioni pianificate, "quanto più possibile contenute nei numeri e, soprattutto, mirate alle fasce orarie di minore affluenza".

Qui il link per verificare la riprogrammazione dei treni, divisa per regione (https://www.trenitalia.com/it/informazioni/Infomobilita/notizie-infomobilita.html.html: cliccare su riprogrammazione trasporto regionale e quindi espandere le voci regionali).

Qui il pdf con i treni cancellati in Emilia Romagna il 10 gennaio.

Qui il pdf con i treni cancellati in Toscana dal 10 al 14 gennaio.

Qui il pdf con i treni cancellati nelle Marche dal 9 al 16 gennaio.

Qui il pdf con i treni cancellati in Umbria dal 10 al 14 gennaio.


Trenitalia assicura l’impegno ad affrontare l’aumento dei contagi da Covid-19 attraverso "azioni volte a contenere il loro inevitabile riflesso sulla regolarità dei servizi ferroviari, in ambito sia regionale sia nazionale", aggiungendo che restano regolari al momento Intercity giorno e notte.

Per quanto riguarda il trasporto regionale i provvedimenti introdotti, assunti d’intesa con le singole Regioni committenti del servizio, comporteranno mediamente una diminuzione del 3% dell’offerta ordinaria. Perché, a fronte di una cancellazione media del 9% di corse ferroviarie, un’ampia parte di esse sarà sostituita da corse su strada con autobus. La riprogrammazione non riguarderà le fasce orarie pendolari e i collegamenti maggiormente utilizzati dagli studenti, che saranno salvaguardati, spiega in dettaglio la società.

Saranno cancellate o sostituite con autobus le corse che presentano un’alternativa con partenza ravvicinata. I passeggeri delle Frecce che hanno prenotato in questi giorni vengono informati dei cambiamenti in atto via sms e mail o direttamente dal personale di assistenza presente nelle stazioni. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?