Avvocati penalisti in sciopero contro quanto accaduto al Tribunale di Verbania dopo la tragedia della funivia del Mottarone (nella foto) e per il rilancio della riforma costituzionale della separazione delle carriere. La Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane ha proclamato l’astensione dalle udienze per il 24 e 25 giugno e una manifestazione nazionale a Roma. "È a tutti noto quanto accaduto a Verbania – si legge in una nota dell’Ucpi firmata dal presidente Gian Domenico Caiazza e dal segretario Eriberto Rosso –. L’Ufficio del Pubblico Ministero procedeva al fermo di alcune persone ritenute indiziate di reato ed a tali provvedimenti veniva dato un enorme risalto mediatico. Il Giudice incaricato della convalida assumeva provvedimenti di diniego, scarcerando gli arrestati. Il Presidente del Tribunale di Verbania revocava l’assegnazione del fascicolo al giudice dottoressa Banci Buonamici. La decisione assunta è fatto gravissimo, che non trova certo giustificazione in implausibili formalismi burocratici", sottolineano i penalisti.