Polizia
Polizia

Torino, 18 agosto 2019  - Femminicidio a Torino. Un italiano di 65 anni si è consegnato alla polizia dopo avere ucciso la moglie, sua coetanea. La vittima aveva 65 anni ed era coetanea del marito. L'oggetto con cui l'uomo ha ucciso la coniuge è appuntito. L'uomo avrebbe colpito la donna al culmine di una violenta lite in casa, al settimo piano di un'abitazione in corso Orbassano, quartiere Santa Rita, tra il centro città e Mirafiori. Secondo le prime informazioni, l'omicida ha commesso il delitto con un oggetto appuntito, e solo qualche ora dopo ha chiamato i carabinieri contattando telefonicamente il 112.

"Era una persona strana, particolare, ma sempre gentile". Così i vicini descrivono l'uomo che oggi a Torino ha ucciso la moglie e poi ha chiamato le forze dell'ordine facendosi arrestare. La coppia abitava in zona da quarant'anni. I residenti affermano di non averli sentiti litigare molto spesso: "Non davano confidenza e in giro si vedevano poco".