Duplice omicidio a Torino, la scientifica al lavoro (Ansa)
Duplice omicidio a Torino, la scientifica al lavoro (Ansa)

Torino, 14 luglio 2020 - I carabinieri lo hanno trovato in strada a Collegno (Torino) che vagava a piedi in stato confusionale con le mani sporche di sangue. Poco prima aveva ucciso i genitori nel suo appartamento di Mirafiori, quartiere di Torino. In caserma l'uomo, un trentenne italiano con problemi psichiatrici, ha confessato il duplice omicidio, consentendo il ritrovamento dei cadaveri.

Secondo una prima ricostruzione, il duplice omicidio si sarebbe consumato intorno alle 16 al culmine di una lite, sembra per futili motivi. L'uomo avrebbe usato un coltello da cucina per colpire a morte la madre di 60 anni e il padre di 69, che si erano recati a casa sua per fargli visita. L'uomo è poi rimasto diverse ore in casa pensando che sarebbe arrivato qualcuno ad arrestarlo. Alla fine ha preso l'auto della madre, raggiundo il Comune della prima cintura del capoluogo piemontese. Una volta qui ha abbandonato il veicolo e vagato a piedi prima di essere bloccato dai carabinieri.

L'uomo è stato posto in stato di fermo. I carabinieri hanno accertato che il trentenne era stato in cura dal 2000 al 2012 e aveva manie di persecuzione.