Feriti in piazza San Carlo a Torino (Afp)
Feriti in piazza San Carlo a Torino (Afp)

Torino, 4 giugno 2017 - Un botto e poi il panico, la gente che ha iniziato a spingere per cercare di farsi largo nella ressa. Sono i momenti drammatici che si sono consumati nella centralissima piazza San Carlo a Torino durante la finale di Champions Juve-Real, peraltro vinta 4-1 dal Real Madrid. La dinamica e le prime testimonianze hanno subito fatto pensare a un falso allarme, qualcuno che ha urlato creando l'impressione di un attentato, a risvegliare gli incubi inconsci nei giorni del terrore globale. Poi, si è chiarita la dinamica: il cedimento di una ringhiera nel parcheggio sotterraneo della piazza, crollata sotto il peso delle persone, i primi feriti, la gente che scappa, la psicosi che si diffondo per tutta la piazza che è da sempre il 'salotto buono' di Torino. Qualcuno ha parlato anche dell'esplosione di una bomba carta. Centinaia i feriti, di cui 5 gravi (tra cui un bambino di 4 anni, come riporta SkyTg24) che nel fuggi fuggi generale si sono tagliati con i vetri o hanno riportato contusioni. Due di questi sono stati trasportati in ospedale in codice rosso. Nel video di seguito il momento del botto e la fuga.

Molti, scappando, hanno trovato rifugio nei locali. "Ho sentito un botto e poi sono corso, ero un po' più avanti rispetto alla statua del cavallo", ha raccontato un testimone.