Causa pandemia, girare le scene di Mission Impossibile 7, per Tom Cruise sembra ormai una "missione impossibile". La star di Hollywood però, secondo il quotidiano inglese The Sun, non si arrende. Anzi, in qualità di attore e avendo investito milioni di dollari come produttore, Cruise è arrivato al punto di trasformare un’ex base militare segreta in Inghilterra, in uno studio cinematografico. Una sorta di bunker anti-covid, in sostanza. Cruise, di recente, aveva anche minacciato di licenziamento alcuni operatori che non portavano la mascherina. Ora, quello che era un centro di progettazione di carri armati di Longcross, è adesso un set blindato. Insomma, la missione impossibile per Mission Impossible 7 va avanti.