"Il Green pass era l’unico modo per mettere in sicurezza i luoghi di lavoro e le disposizioni sono state quelle del governo quindi il tampone è a carico del dipendente, le aziende hanno già sostenuto spese importanti per gli accordi presi all’inizio del lockdown con Governo e sindacati". Lo ha detto Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, a Porta a Porta. "Francamente – ha aggiunto – scaricare

di nuovo sulle imprese o sulla fiscalità generale, cioè sulle tasche dei cittadini, il costo del Green pass non mi sembra corretto".