Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
23 nov 2021

Super Green pass, il governo frena. Le mosse di Draghi

Speranza e Gelmini ascoltano le Regioni che chiedono modifiche urgenti. Ma Palazzo Chigi temporeggia

23 nov 2021
giovanni rossi
Cronaca

Appunti presi. "E adesso valuteremo". Nel giorno in cui diventa ufficiale la terza dose a cinque mesi dalla seconda, il ministro della Salute Roberto Speranza, la ministra agli Affari regionali Maria Stella Gelmini, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli si congedano dai presidenti delle Regioni che, in videoconferenza, sommergono il governo di ipotesi, proposte e suggestioni (da ieri sera già tutte impilate sulla scrivania del premier Mario Draghi). Il Cdm fissato per giovedì genera una prima scadenza deliberativa, ma i governatori premono, chiedono – quasi pretendono – un nuovo incontro di aggiornamento prima che il governo decida. Una forzatura? Forse. Ma le questioni cruciali sono tante. E una, oggi, svetta sulle altre. Super Green pass a dicembre: cos'è e cosa prevede. Le ipotesi L’appello del ministro: "Immunizziamoci tutti" Speranza si presenta ai governatori con la novità più attesa e gradita per l’accelerazione della campagna vaccinale: grazie al via libera dell’Aifa, i 40-60enni potranno rinforzare subito le barriere immunitarie con la terza dose "a cinque mesi dal completamento del primo ciclo". "Vacciniamoci tutti per essere più forti", è l’ulteriore appello del ministro in queste "ore delicate", alla vigilia di "ulteriori scelte nell’interesse del Paese". Vedi alla voce Green pass. Green pass ’rinforzato’: come, dove, quando Le Regioni, come noto, caldeggiano lo sdoppiamento del Green pass: quello di vaccinati e guariti valido in ogni circostanza, anche nelle aree del Paese che diventassero colorate (obiettivo dichiarato salvare shopping natalizio e vacanze sulla neve); invece quello di chi procede per test seriali – senza vaccinarsi – buono solo per l’accesso ai luoghi di lavoro e ai servizi essenziali, sempre se o non appena i contagi determinassero il passaggio a zona gialla (o arancione). Tutti d’accordo? Manco per idea. Roberto Occhiuto (Calabria) propone di anticipare la novità indipendentemente dai colori, penalizzando quindi i ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?