Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
21 ago 2021

Vaccini Covid, "terza dose ai fragili da settembre". Bertolaso: così evitiamo il lockdown

L’ex direttore della Protezione civile dà la scossa sul richiamo. "L’Oms frena? Paghiamo i suoi ritardi"

21 ago 2021
giovanni panettiere
Cronaca

"L’unico modo per scongiurare il ritorno in autunno al lockdown, alle zone gialle, arancioni o rosse è quello di pianificare per tempo, come è chiamato a fare un Paese civile, la somministrazione delle terze dosi a partire dalle persone fragili. Anche se la situazione epidemica attuale non è tragica, visto che i vaccini ci sono, non possiamo e non dobbiamo ritardare ulteriormente, occorre partire già da settembre". A dare la sveglia alla campagna d’immunizzazione in un contesto sanitario, che, come sottolineano gli epidemiologi, ci vede sul plateau della quarta ondata, è Guido Bertolaso, coordinatore del programma vaccinale in Lombardia. Medico, 71 anni, l’ex direttore generale della Protezione civile in pochi mesi è riuscito nell’impresa di trasformare nella locomotiva italiana delle somministrazioni (95% di dosi inoculate sul totale di quelle ricevute) la regione più martoriata dal Covid-19, specie durante la prima ondata del marzo 2020, quella entrata nella memoria collettiva con le immagini della mesta processione a Bergamo dei camion militari stracolmi di bare. Bollettino Coronavirus del 22 agosto Parlare di terza dose non rischia di essere un assist per la retorica No Vax sull’inefficacia della profilassi? "Sottolineare l’urgenza di predisporre un ulteriore richiamo per la popolazione più esposta non significa dire che i vaccini non funzionano. Tutt’altro, ci sono studi pubblicati su riviste scientifiche prestigiose, da Lancet a The New England Journal of Medicine, che dimostrano come con la doppia dose si evita il ricovero in terapia intensiva e, in larghissima parte, l’ospedalizzazione. Qui si tratta, e l’esperienza di Paesi come Israele ci deve servire da lezione, di implementare la copertura della profilassi dal rischio di contrarre l’infezione". Sulla terza dose, però, l’Organizzazione mondiale della sanità continua a tirare il freno a mano. "L’Oms fa il suo mestiere e, a dir la verità, non è che in questa pandemia abbia particolarmente ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?