Crepe nella Basilica di San Paolo a Roma (Ansa)
Crepe nella Basilica di San Paolo a Roma (Ansa)

Roma, 30 ottobre 2016  - La scossa di terremoto di magnitudo 6.5 delle 7.40 della mattina nel centro Italia è stata avvertita molto forte anche a Roma. Oltre alle telefonate preoccupate dei cittadini la Capitale ha anche riportato dei danni. I più gravi alla Basilica di San Paolo che registra crepe e cornicioni caduti. La basilica è stata subito chiusa per effettuare le verifiche. Segnalato anche il distacco di uno dei supporti che tiene un grosso candelabro. Lesioni anche cupola capolavoro del Borromini di Sant'Ivo alla Sapienza a Roma. Per questo la chiesa, uno degli esempi dell'arte barocca, è stata chiusa in seguito a i controlli svolti dal personale della Soprintendenza che hanno riscontrato la riapertura di alcune crepe preesistenti nella cupola.

SAN PAOLO FUORI LE MURA - La Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura è una delle quattro basiliche papali di Roma, la seconda più grande dopo quella di San Pietro in Vaticano. Sorge lungo la via Ostiense, nell'omonimo quartiere, vicino alla riva sinistra del Tevere, a circa 2 km fuori dalle mura aureliane (da cui il suo nome) uscendo dalla Porta San Paolo. Si erge sul luogo che la tradizione indica come quello della sepoltura dell'apostolo Paolo. L'intero complesso degli edifici gode del beneficio dell'extraterritorialità della Santa Sede, pur trovandosi nel territorio della Repubblica Italiana. Il luogo rientra nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'Unesco dal 1980.

DANNI E DISAGI - Verifiche sono in corso sul Colosseo e sull'intera area archeologica di Roma in seguito al terremoto che questa mattina ha colpito il centro Italia. Al momento non si riscontrano conseguenze. Tragedia sfiorata invece in un palazzo di via Bartolomeo Cristofori, in zona Marconi dove è precipitato un ascensore. Sono in corso verifiche dei pompieri per accertare le cause dell'incidente. Dalle prime informazioni sembrerebbe che fosse vuoto. Momentaneamente sospeso il servizio sulla metropolitana A, B e B1 per "verifiche tecniche" dopo la forte scossa. Lo comunica Atac su twitter. Lievi ritardi sulla linea C per lo stesso motivo.  La polizia municipale sta chiudendo al traffico il cavalcavia di via Chierchia, a Ostia, nel quadrante sud di Roma a causa di una crepa che si è aperta in seguito alla forte scossa di terremoto di stamattina. Via Salaria chiusa al km 112 per chi viene da Roma. Avverte sull'account twitter la Polizia di Stato. Sospese le visite dei turisti, in via precauzionale, al Palazzo del Quirinale e rinviato il concerto previsto per oggi alla Cappella Paolina per consentire i necessari controlli di sicurezza sulle strutture.