20 gen 2022

Terremoto oggi Vibo Valentia: scossa di 4.3. Paura in Calabria

Evacuate le scuole, fermi i treni: gente in strada in allarme

Vibo Valentia, 20 gennaio 2022 - Trema la terra in Calabria. Un terremoto di magnitudo 4.3 è stato registrato alle 10.19 nella zona occidentale della regione. Lo rende noto l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) che localizza l'epicentro in zona Vibo Valentia, al largo della costa: i comuni più vicini sono Briatico, Pizzo, Zambrone, Sant'Onofrio e lo stesso capoluogo. La scossa, stimata a una profondità di 10 km, è stata avvertita nettamente anche a Lamezia Terme e Catanzaro e lungo la fascia tirrenica cosentina, nella stessa Cosenza, e in molte altre località fino a Messina, in Sicilia. Mobilitata la Protezione civile. Dalle verifiche effettuate non sono stati segnalati, al momento, danni a persone o cose. Anche i vigili del fuoco fanno sapere che alle sale operative della regione non sono arrivate richieste di soccorso.

Terremoto a Vibo Valentia: la mappa Ingv
Terremoto a Vibo Valentia: la mappa Ingv

Evacuate le scuole, treni fermi per ore

Al momento della scossa, che è durata pochi secondi, la gente è scesa in strada, gli studenti sono stati fatti uscire dalle scuole. Evacuati anche gli uffici. Fermi i treni lungo la costa tirrenica, sulle linee Paola – Reggio Calabria, Paola – Cosenza e Lamezia Terme Centrale – Catanzaro Lido: qui il traffico ferroviario è stato sospeso alcune ore in via precauzionale per effettuare tutte le verifiche tecniche del caso. E' tornato regolare nel pomeriggio. I tecnici di Rete ferroviaria italiana (Gruppo Fs italiane) stanno effettuando la ricognizione a bordo di carrelli ferroviari lungo le linee interessate. Per i passeggeri delle linee coinvolte sono operativi bus sostitutivi.

"La situazione è sotto controllo", afferma il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto: "Il terremoto - spiega - ha ovviamente allarmato i cittadini, e giustamente tante scuole e tanti uffici sono stati evacuati, in attesa delle opportune verifiche che verranno accuratamente effettuate nelle prossime ore". 

Vibo Valentia, persone in strada dopo il terremoto (Ansa)
Vibo Valentia, persone in strada dopo il terremoto (Ansa)

I terremoti precedenti 

In quest'area, rileva l'Ingv, non si erano verificati altri eventi nei giorni precedenti: ma storicamente si tratta di una zona ad elevata pericolosità sismica. Il Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani evidenzia nelle aree adiacenti, alcuni terremoti con magnitudo stimata tra 4.1 e 4.9 (6 aprile 1976 Mw 4.9, 28 novembre 1869 Mw 4.6, 9 dicembre 1980 Mw 4.7, 16 giugno 2010 Mw 4.1) e il forte terremoto del 8 settembre 1905 fino al grado X-XI grado della scala MCS in moltissimi comuni della costa tirrenica calabrese. Nella parte settentrionale della penisola di Capo Vaticano, nell'attuale provincia di Vibo Valentia, 13 località (fra cui Parghelia, Piscopio, Stefanaconi e una decina di centri minori) furono quasi completamente distrutte. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?