La mappa del terremoto di oggi a Pesaro (Ingv)
La mappa del terremoto di oggi a Pesaro (Ingv)

Roma, 29 ottobre 2021 - "La serie di 5 scosse registrate oggi non c’entra nulla con la sequenza sismica dell’Italia centrale, del 2016”. Dopo il terremoto di magnitudo 4.2 che ha fatto tremare le Marche, alla vigilia del quinto anniversario del sisma di Norcia - 30 ottobre 2016, magnitudo 6.5 – Maurizio Pignone, geologo dell'Ingv, chiarisce che i due fenomeni non sono collegati. “La scossa più potente di magnitudo 4.1 si è registrata alle 12.53, con  epicentro a Montefelcino (Pesaro Urbino) – spiega il geologo –. Le altre si sono assestate al massimo su 2.7. La particolarità è che non c’entrano nulla con la sequenza sismica dell’Italia centrale del 2016. Siamo spostati verso est di decine di chilometri”. 

La storia


“In ogni caso, parliamo di un’area caratterizzata da una pericolosità sismica alta – precisa il geologo dell’Ingv –. Anche nel 2006, il 21 ottobre, si registrò un sisma di magnitudo 4.2, a sud est dell’epicentro odierno e sempre a 36-38 chilometri di profondità. Nel catalogo dei terremoti italiani, che risale fino all’anno Mille, in quest'area sono archiviate scosse fino a 5.4-5.5 di magnitudo. Come quello che  il 2 gennaio 1924 si verificò  verso Marotta e la zona costiera. O quello ancora prima del 21 novembre 1897, di magnitudo 5.4. Mentre nel 1916 si sono verificati  eventi sismici di magnitudo minore". Più vicino all'area della sequenza sismica 2016 il terremoto del 24 ottobre di magnitudo 3.3, sempre in provincia di Pesaro ma verso Gubbio. 

Decine di terremoti

Ogni giorno in Italia si verificano in media "30-40 terremoti al giorno di magnitudo varia, del tipo 4 non si verificava da oltre un mese. Il 90% delle scosse però resta sotto 2. Tanti sono connessi con la sequenza sismica dell'Italia centrale".