L'epicentro al confine tra le province di L'Aquila e Frosinone
L'epicentro al confine tra le province di L'Aquila e Frosinone

L'Aquila, 7 novembre 2019 - Torna a tremare la terra nel Centro-Italia. Una forte scossa di terremoto è stata avvertita oggi tra la provincia de L'Aquila e quella di Frosinone: erano le 18.35. L'Ingv ha calcolato una magnitudo di 4.4 punti della scala Richter. L'epicentro è collocato 5 km a sudest di Balsorano, comune di poco più di 3mila abitanti, in provincia dell'Aquila, in Abruzzo, al confine col Lazio. L'ipocentro registrato a una profondità di 14 chilometri. Nella notte, proprio questa zona, la zona della Marsica, era stata interessata da uno sciame sismico - una decina di eventi con una magnitudo massima di 2.8 - tanto che la sindaca di Balsorano, Antonella Buffone, aveva deciso la chiusura di tutte le scuole per la giornata di oggi. 

I comuni vicini all'epicentro: paura anche a Roma

Tra i comuni più vicini all'epicentro ci sono Pescosolido (L'Aquila), Sora (Frosinone), Campoli Appennino (Frosinone), Broccostella (Frosinone), San Vincenzo Valle Roveto (L'Aquila). Il sisma è stato sentito fino a Roma e Napoli

A Roma decine le chiamate arrivate al 112 Nue (Numero unico di emergenze) da parte di cittadini spaventati per la scossa. 

"Un altro sistema di faglie rispetto al Centro Italia"

Alessandro Amato, dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), precisa che si è trattato di un sisma di origine diversa da quello che ha colpito più volte l'Italia centrale: "Si tratta di un altro sistema di faglie". E' comunque  "un'area ad alta pericolosità sismica". In questa stessa area è infatti avvenuto il terremoto di Avezzano del 1915 e altri due importanti terremoti storici sono avvenuti nel frusinate nel 1654 e più a Sud, verso il Molise, nel 1349. "Nelle ultime ore - ha detto ancora il sismologo - si era registrata nella zona della sismicità, con alcune piccole scosse e adesso stiamo vedendo piccole repliche".

Terremoto L'Aquila: nessun danno 

La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile. Dalle verifiche effettuate l'evento risulta avvertito dalla popolazione, ma non sono stati registrati danni a persone o cose.

Traffico ferroviario sospeso su alcune linee 

Dalle 18.40 il traffico ferroviario sulle linee Sulmona - Avezzano, Roccasecca - Avezzano e fra Ceprano e Cassino (linea Roma - Cassino), è sospeso, in via precauzionale, per consentire la verifica dello stato dell'infrastruttura da parte dei tecnici di Rfi a seguito di un scossa di terremoto che ha interessato il territorio fra l'Abruzzo e il Lazio. Lo rende noto Rfi. Sulla linea AV Roma - Napoli, per lo stesso motivo, i treni già in viaggio procedono con limitazione di velocità fino alla verifica dei tecnici di Rfi. Gli altri convogli percorrono l'itinerario alternativo via Formia.

Notizia in aggiornamento