Un alpinista tedesco

in difficoltà è stato soccorso l’altra notte

a 2.300 metri di quota,

sul ghiacciaio del Miage (massiccio del Monte Bianco). Verso le 19.30

di giovedì l’uomo ha chiamato la famiglia

in Germania, dicendo

di avere un problema alla caviglia e di non essere

in grado di proseguire.

I familiari, a loro volta, hanno allertato gli amici dell’alpinista in Italia che hanno lanciato l’allarme, chiamando la Centrale unica del soccorso. L’elicottero ha eseguito numerosi sorvoli fino al calare del buio, senza avvistarlo. Una squadra via terra ha percorso

il ghiacciaio, riuscendo a raggiungere l’alpinista, che era fermo a quota 2.300 metri. L’uomo, portato a valle, è stato affidato alle cure

del personale sanitario.