Il diavolo della Tasmania è in pericolo per un tumore facciale
Il diavolo della Tasmania è in pericolo per un tumore facciale

Aussie Ark, ong australiana per la popolazione degli animali, lo definisce "un baby boom", per quanto particolare: in Australia sono nati sette cuccioli di diavolo della Tasmania. E sono i primi a farlo da tremila anni fuori dalla Tasmania. Un evento che rappresenta una vittoria per il piano di reintroduzione del piccolo, combattivo carnivoro iniziato a ottobre dell’anno scorso, con il trasferimento di 26 animali sulla ’terraferma’. Il diavolo della Tasmania, reso celebre dai Looney Tunes con Taz, è l’animale simbolo dell’isola che, fino a pochi mesi fa, rappresentava per intero il suo areale di diffusione. Ma negli ultimi 25 anni la sua sopravvivenza è stata messa a rischio da un tumore facciale che ha sterminato il 90% della popolazione. Ora, le nuove nascite in Australia fanno sperare in una ripresa della specie.