Roma, 18 ottobre 2021 - L'effetto Green pass si fa sentire: dopo il boom di richieste di certificati verdi arriva il caos tamponi nelle farmacie, prese d'assalto per i test rapidi che sostituiscono la vaccinazione. La certificazione verde da venerdì è infatti obbligatoria nei luoghi di lavoro e oggi, primo lunedì con le nuove norme, è la vera prova del nove. 

Covid in Italia: il bollettino del 18 ottobre

Nel weekend sono state segnalate code in farmacia e negli hub sanitari di varie città, che non si sono fermate nemmeno oggi. Alle 8 di questa mattina le farmacie di Bolzano registravano un centinaio di cittadini in fila per i tamponi low-cost, venduti a un prezzo accessibile. Ieri pomeriggio 450 persone hanno preso d’assalto una farmacia, formando una coda lunga 200 metri. Per chiudere l’esercizio e per evitare l’accesso di ulteriori persone, c’è voluto l'intervento dei vigili urbani, chiamati dal sindaco alle 21. Un'iniziativa accolta con favore dal presidente di Federfarma, Marco Cossolo, che chiede alle farmacie che ancora non lo abbiano fatto di aderire all'accordo sui tamponi a prezzo calmierato: "In questo momento di emergenza, per contribuire alla piena ripresa delle attività economiche e sociali, c'è la necessità dell'impegno di tutti", ribadisce.

Green pass al lavoro: chi è esente. Tamponi, assenze e sanzioni

Code anche a Torino, dove questa mattina la farmacia San Salvario di via Madama Cristina ha dovuto sospendere in anticipo il servizio dopo aver effettuato un centinaio di tamponi. “Siamo spiacenti, non siamo in grado di esaurire tutte le richieste”, si legge nei cartelli esposti all’esterno. La farmacia ha ripreso il servizio alle 14.30, con l’arrivo di una nuova fornitura. In Piemonte, nell’ultima settimana, è raddoppiata la richiesta di tamponi rapidi nelle farmacie. Si è passati infatti da circa 100 mila tamponi effettuati tra il 4 e il 10 ottobre a circa 200 mila nella settimana tra l’11 e il 17 ottobre. A settembre la media di tamponi è stata di 60 mila, contro i 20 mila medi di giugno. A renderlo è Federfarma, secondo cui “il sistema sta reagendo più che bene all’inevitabile impennata delle richieste”, ritenute come conseguenza dell’introduzione del Green pass a lavoro. 

Farmacie aperte anche di domenica sera a Catanzaro. In coda tante persone che, probabilmente non vaccinate e quindi sprovviste della certificazione verde, hanno optato per il tampone. In una delle farmacie del centro della città, i test sono andati avanti fino oltre le 22 per far fronte a decine di richieste.

Farmacie sotto assedio, tamponi gratis a chi prenota il vaccino

I farmacisti: "Boom ma il sistema regge"

“I dati sono evidenti: siamo passati dai 300mila tamponi del 13 ottobre ai 632 mila del 14 e il dato del G-day, primo giorno di green pass, è di 653mila tamponi. Sicuramente ci saranno delle code, sicuramente ci sarà un po’ d’attesa, sicuramente ci sarà qualche disagio, ma altrettanto sicuramente il sistema sta tenendo in maniera molto importante”. Lo dichiara Andrea Mandelli, presidente della Federazione ordini dei farmacisti italiani (Fofi). 

Il boom della domanda di tamponi da parte dei non immunizzati che devono comunque esibire il certificato verde per lavorare potrebbe non durare a lungo secondo Mandelli. Proprio perché le vaccinazioni cresceranno e la spinta dell’obbligo del pass sembra funzionare. “I dati che abbiamo visto anche ieri sulle prime dosi parlano di un aumento importante - sottolinea Mandelli - se noi andiamo a 100 mila prime dosi al giorno, in 7 giorni arriveremo quasi a 1 milione di persone”, che non avranno più bisogno di tampone per esibire il green pass.

Covid, il miraggio dell’immunità di gregge. Adesso serve il 90% di vaccinati

Scaricati 100 milioni di Green Pass

Il numero di certificati verdi scaricati è sempre più in salita: sono 100 milioni i Green pass già scaricati. Lo sprint è arrivato nel fine settimana, a qualche ora dall’entrata in vigore dell’obbligo della certificazione per i lavoratori. Tra il 14 e il 16 ottobre sono stati infatti scaricati 2,5 milioni di pass, con il record toccato venerdì (867.039).