ROMA

Firmato ieri il protocollo d’intesa che garantirà la somministrazione dei test antigenici rapidi – validi per l’emissione della certificazione digitale – a prezzo calmierato da parte delle farmacie aderenti. Lo comunica il commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo che ha sottoscritto l’accordo insieme con il ministro della Salute, Roberto Speranza e i presidenti di Federfarma, Assofarm e FarmacieUnite.

"Il documento – spiegano dall’Ufficio del commissario – prevede che all’interno delle farmacie aderenti al protocollo d’intesa il prezzo del test a favore dei minori di età tra i 12 e i 18 anni sarà pari a 8 euro, mentre gli over 18 pagheranno 15 euro". Per i test a favore dei minorenni, d’età compresa tra i 12 e i 18 anni, le farmacie riceveranno un contributo di 7 euro. La remunerazione complessiva per i presidi sarà di 15 euro, di cui 8 a carico dell’utente e 7 quale quota di contribuzione pubblica. Nelle prenotazioni gli esercizi dovranno dare la precedenza ai ragazzi.

Il protocollo d’intesa sarà valido fino al prossimo 30 settembre e l’elenco delle farmacie aderenti all’accordo sarà pubblicato sul sito internet del Commissario straordinario all’emergenza Covid-19.