Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
17 feb 2022

"Io sull’Andrea Doria e gli incubi di quella notte"

Italo ha 101 anni ed è un superstite: "Fui sbalzato dal letto, rivedo un bimbo buttato dalla nave nella speranza di una scialuppa"

17 feb 2022
benedetto ferrara
Cronaca

Oceano Atlantico. Venticinque luglio 1956, notte. L’orologio segna pochi minuti alle 23.30. Italo dorme. I suoi compagni di cabina giocano a carte. Lui gli ha chiesto di non fare troppa confusione. Recuperare energie è fondamentale per la sua missione: preparare colazione, pranzo, spuntino e cena per i 500 ospiti della prima classe dell’Andrea Doria, il transatlantico più stiloso, tecnologicamente avanzato e sicuro della flotta turistica italiana, estremo orgoglio di un paese che corre dalle sue macerie di guerra verso il boom economico. "Eravamo trenta in cucina per la prima classe. Dodici per i passeggeri con la cabina, 7 o 8 per la turistica. In crociera la gente non fa che mangiare. Io ero riuscito a risparmiarmi almeno la spaghettata di mezzanotte. Il giorno dopo saremmo dovuti attraccare a New York". Viareggio, febbraio 2022, la macchinetta del caffè sbuffa sul fuoco. Parla lui: Italo Pierattoni, classe 1921, una vita da chef, centouno anni tra poche settimane. Sbalzato dalla branda dell’Andrea Doria al divano del suo salotto, il Cavaliere al merito della Repubblica punta lo sguardo in direzione dei ricordi salati e impauriti dell’oceano Atlantico e su quella notte di luglio fatta di nebbia, morte e paura, una notte che è annegata dentro il suo cuore, scendendo giù a picco, insieme alle sue lacrime. Italo racconta: "Un colpo, un boato. E sono stato scaraventato giù dalla branda. Mio signore. Uno scoglio? O cosa?". No, non uno scoglio. Ma la prua di un’altra nave passeggeri: la Stockholm, nave turistica abituata a rotte polari, e quindi forte di una prua muscolare da vera rompighiaccio. Uno squarcio lungo più di venti metri. "A dodici dalla mia cabina. La prua dello Stockholm è entrata dentro quella della nostra nave disintegrando un pezzo di imbarcazione dove alloggiavano i passeggeri della classe turistica". Molti dei 46 morti ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?