Abbassare il valore del superbonus edilizio dal 110 per cento all’80 per cento: la proposta viene dal leader della Lega, Matteo Salvini, intervenendo agli stati generali dei consulenti del lavoro. "Invece di inventare un’improbabile proroga al 2023 del Superbonus al 110% per unità unifamiliari e villette con Isee inferiore a 25 mila euro, non avrebbe più senso abbassare dal 110% al 70-80% in modo che i privati ci mettano qualcosa e si possa estenderlo a tutti?", spiega il leader della Lega a cui però risponde il M5s. Prima con il ministro dell’Agricoltura, Stefano

Patuanelli, che alla proposta di Salvini ribatte con un laconico: "No, grazie". Poi con i senatori M5s in commissione Industria, Commercio; "Come sulle bollette e sul green pass, anche sul Superbonus al 110% Salvini dà di nuovo dimostrazione del suo stato confusionale",