2 dic 2021

Super Green pass, vaccino, mascherine: ecco le date chiave di dicembre

La strategia di contenimento del Covid va dal nuovo certificato verde al siero per i bambini dai 5 agli 11 anni: tutte le tappe di dicembre

alessandro farruggia
Cronaca

Roma, 2 dicembre 2021 - Con il via libera alla somministrazione dei vaccini alla fascia di età sopra i 18 anni - già oltre 7 milioni di dose somministrate - la campagna vaccinale ha avviato la fase tre. Per prenotarsi, è sufficente rivolgersi ai sistemi informatici delle varie regioni (che hanno regole diverse) e procedere alle vaccinazioni presso i centri vaccinali, le farmacie, i medici di famiglia. Ma la strategia di contenimento della pandemia non prevede solo le vaccinazioni. Ecco gli appuntamenti chiave.

Approfondisci:

Super Green pass, in Italia multe fino a mille euro. Le novità dal 6 dicembre

Approfondisci:

Green pass Italia, come funzioneranno i controlli: la circolare del Viminale

Approfondisci:

Super Green pass: le nuove regole e come funziona. Svolta sui biglietti del bus

Lotta al Covid, le date chiave di dicembre
Lotta al Covid, le date chiave di dicembre

Bollettino sul Coronavirus in Italia: dati del 3 dicembre

6 dicembre, via ai Super Green pass

Il 6 dicembre scatta l'ora del Green Pass rafforzato, che vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti. Il nuovo Certificato verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla nei seguenti ambiti: spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche. In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del Green Pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il Green Pass rafforzato per lo svolgimento delle attività, che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla, debba essere utilizzato anche in zona bianca.

Mascherine obbligatorie in molte città

Con scadenze differenziate, molte città hanno stabilto l'obbligo di indossare mascherine all'aperto, di solito nelle strade centrali delle città. Molte città ( Milano, Bologna, Varese, Bergamo, Brescia, Como, Monza, Cremona, Pesaro, Aosta, Vicenza, Padova, Bolzano, Trento, Napoli, Jesolo) sono già partite. In tutta la Sicilia l'obbligo è in vigore da oggi al 31 dicembre.  A Torino l'obbligo è previsto da oggi al 15 gennaio. A  Cagliari, Novara e Lecco è invece previsto da domani. A Roma, Firenze, Viareggio e Alessandria scatterà dal sabato 4 dicembre. A Cortina e Courmayeur dal 9 dicembre. Altre città stanno decidendo. L'Anci ha chiesto una norma nazionale che faccia scattare l'obbligo per tutti dal 6 di dicembre.  

15 dicembre, tocca ai bambini di 5-11 anni

Con il via libera dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), parte la vaccinazione anti-Covid per la fascia pediatrica dei bambini tra 5 e 11 anni. La vaccinazione avverrà con due dosi del vaccino Pfizer, in formulazione specifica e un terzo del dosaggio, a tre settimane di distanza. La data del via libera alla vaccinazione, originariamente indicativamente fissata il 23 dicembre è stata anticipata al 16. Intanto, con la recente approvazione dell'Aifa, la Struttura Commissariale ha programmato la distribuzione a dicembre di 1,5 milioni di dosi pediatriche (un terzo di principio attivo rispetto a quelle per gli adulti) di vaccino mRna-Pfizer. Le dosi rappresentano una prima tranche che sarà poi integrata a gennaio e saranno rese disponibili a partire dal 15 dicembre, in modo che tutte le strutture vaccinali delle Regioni e Province autonome, saranno in grado di procedere alla vaccinazione dei bambini a partire dal giorno 16 dicembre.

15 dicembre: obbligo vaccinazione categorie

Il 24 novembre il governo ha approvato un decreto legge che stabilisce l’estensione dell’obbligo vaccinale a ulteriori categorie a decorrere dal 15 dicembre. Le nuove categorie coinvolte saranno: personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico.

A gennaio giovani 12-17

Non avverà prima di gennaio - presumibilmente attorno al 15 di gennaio - la somministrazione della terza dose ai giovani tra i 12 e i 17 anni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?