Mercoledì 24 Luglio 2024

Suicida in Erasmus, oggi l’autopsia

La procura di Lecce ha disposto l’autopsia sulla studentessa francese di 21 anni morta suicida il 22 ottobre scorso, probabilmente dopo aver subito una violenza sessuale. L’esame sarà eseguito oggi dal medico legale Alberto Tortorella e serve a non escludere alcuna pista investigativa. La procura ha avviato un fascicolo per istigazione al suicidio e starebbe svolgendo accertamenti su un 21enne brindisino del quale la vittima avrebbe parlato alle amiche dopo la violenza.

La polizia scientifica ha svolto accertamenti e sequestri nell’appartamento di Lecce che la ragazza condivideva con altri studenti e nel quale si è tolta la vita. I poliziotti hanno cercato riscontri, eventuali reperti biologici che possano provare la violenza sessuale tra quelle mura, quegli abusi che Julie avrebbe confidato alle sue amiche e riferiti il 19 ottobre scorso ai sanitari del pronto soccorso dove, accompagnata da due mediatrici dell’Università, era andata rifiutandosi però di sottoporsi alle visite e agli accertamenti medici. Nell’abitazione è stata sequestrata l’agenda sulla quale la studentessa francese ha scritto il messaggio di addio ai familiari, evidenziando la difficoltà ad andare avanti dopo quanto accaduto. Lo scritto olografo sarà oggetto di una consulenza calligrafica, così come saranno svolte indagini sulla memoria del pc e del cellulare.